Home » Gare » MASTER PALZOLA 2015-2016 » TORNACO 28/11/2015

TORNACO 28/11/2015

CRIS CORTINOVIS SI ... SPECCHIA NELL'ACQUA

CRIS CORTINOVIS SI ... SPECCHIA NELL'ACQUA - MASTERCROSSMTB

 CRIS CORTINOVIS SI ... SPECCHIA NELL'ACQUA

 

Il Lago dell'Olmo è uno specchio d'acqua sorgiva, ampio e limpido, sito tra i Comuni di Tornaco e Vignarello, in provincia di Novara, è lungo circa 650 metri e largo 250, circondato da belle sponde piantumate che lo scorso anno, per iniziativa del gruppo ciclistico Tornaco La Vichimica di patron Elvio Cavanna e del Comitato Acsi di Novara di Alberto “Brontolo” Filippini, conobbero il movimento del ciclocross griffatto “Palzola”.

A un anno di distanza, sabato 28 novembre ben 108 ciclocrossisti sono tornati al Lago, accolti da Alessio, Fabrizio, Mariangela, Mauro e Veronica che dell'Olmo sono i tuttofare.

Giornata fresca, seppur soleggiata, terreno di gara in perfette condizioni, circa duemila metri di percorso veloce, completamente sterrato, con tre serie di ostacoli.

A fare da spettatori dell'evento anche i pescatori dediti alla loro passione e tutta la fauna del Lago, per nulla infastiditi da quel frusciare di ruote e dentellare di catene sulle corone degli appassionati della disciplina di fettucce e picchetti.

Sin dai giri di prova commenti positivi sulla tracciatura, riconosciuta all'unanimità “senza respiro”, piuttosto bene equilibrata tra rettilinei veloci e rapide inversioni di direzione, corsie ampie e anche qualche bel restringimento, come il caratteristico passaggio sul ponticello di legno...una delizia per gli scatenati fotografi del “Palzola”.

Nelle prime batterie di giornata si sono registrati il successo del “solito” Bum Bum Simone Ballini tra i Debuttanti, col sorriso di patron Giuseppe Nizzola, reduce dalla bellissima festa di fine stagione tra i suoi “ranocchi”.

Lo Junior Daniele Gozzi è tesserato per l'SC Albonese, sede sociale a pochi chilometri dal Lago dell'Olmo e per lui una vittoria quasi in casa, nei Senior Mauro Benetello ha regolato Daniele Massetti, dietro di loro battaglia a denti stretti tra Claudio Duò e Fabio Marchisotti giunti nell'ordine.

Nei Veterani straordinaria la cavalcata solitaria di Vincenzo Crivellari, a precedere un pezzo da novanta del ciclopratismo qual è il torinese Ivano Favaro dell'Auzate Mrg di patron Giulio Moretti che si è “consolato” con la doppietta nei SuperA Lucio Pirozzini-Aldo Allegranza, nonché con la vittoria nella classifica a squadre davanti alla Garbagnatese e al Velo Club Valsesia.

I giovani dell'MTB Omegna Lago d'Orta hanno occupato tutti e tre i gradini del podio dei Primavera, con la vittoria di giornata di Mattia Birocchi sugli amici Fabio Ramponi ed Elia Lopardo.

Nei Gentlemen il “folletto” valsesiano Angelo Borini ha ancora una volta messo tutti in fila, Corrado Cottin e Marco Vacchini alle sue spalle, mentre Andrea Zamboni quarto assoluto ha preceduto nei Gentlemen 2 Claudio Biella.

Sul tesserino sono contraddistinti dalla dicitura Supergentlemen B, sulla bici sono i più esperti, quelli che il ciclocross chi più chi meno lo praticano praticamente quasi tutti da una vita e a vederli ciclocrossare fa bene! Claudio Guarnieri ha saputo sfruttare al meglio tutte le sue doti per prevalere su Virgilio Berti e il compagno di Team alla F.lli Rizzotto Rino Tavani.

Le Woman si sono presentate in quattordici, alla fine ha vinto ancora la Woman Senior Daniela Di Prima (che ufficialmente dal 1° gennaio cambierà Ente e Regione di tesseramento, passando alla corte del Velo Club Valsesia) con una grintosa prestazione in rimonta nei confronti di Barbarella Fanchini e dietro di loro è arrivata Laura Caldiroli. La tricolore Cristina Cortinovis sembra davvero aver ritrovato il colpo di pedale dei giorni migliori e senza alcuna difficoltà ha regolato Silvia Bertocco e la compagna di squadra Viviana Santi, quinto posto assoluto per la giovane neo-Acsi Laura Vecchio vittoriosa nelle Woman Junior.

Dopo la foto di rito con tutti i vincitori con le spalle rivolte al Lago e una bella Stella di Natale tra le mani, premiazioni di categoria con l'inizio riservato (almeno per una volta!) alle graduatorie femminili, pacchi gara e borse di generi alimentari generose, applausi come sempre per tutti, vincitori e vinti, prima di veder sgonfiare l'arco verde d'arrivo marchiato Palzola che si rigonfierà domenica 6 dicembre per la “classica” di Comazzo a casa di Angelo Bonalumi, presente anche a Tornaco in giuria al fianco della Filippini Family.

S. Nibbio