Home » MASTER PALZOLA 2018-2019 » TORNACO 10/11/2018

TORNACO 10/11/2018

BIELLA, BARBAZZA, STAGNOLI ,TACCHINARDI E VIOLA NEL MEMORIAL ELIA MAZZA

BIELLA, BARBAZZA, STAGNOLI ,TACCHINARDI E VIOLA NEL MEMORIAL ELIA MAZZA

CALUDIO BIELLA CONFEZIONA L'IMPRESA

CALUDIO BIELLA CONFEZIONA L'IMPRESA - MASTERCROSSMTB

CALUDIO BIELLA CONFEZIONA L'IMPRESA

 

Elvio Cavanna, presidente dell’ASD Tornaco La Vichimica , ce l’ha messa tutta per allestire una gran bella gara disegnata abilmente tutt’attorno al laghetto incantato dell’Olmo e i suoi sforzi sono stati ripagati da ben 127 atleti, tutti desiderosi di ricordare un grande amatore, Elia Mazza, portacolori della società organizzatrice e quell’applauso lungo e fragoroso deve averlo commosso mentre da qualche angolo di cielo osservava la “sua “ gara e quelle gocce di pioggia che bagnavano leggermente il percorso sembravano lacrime che si univano a quelle di gratitudine dei suoi cari che hanno dignitosamente presenziato alla gara, l’ottava del Master Palzola. Sul fronte gare la notizia più clamorosa e confortante è che il super A Claudio Biella ha compiuto l’impresa di battere il formidabile Marco Previde Masssara, ex bi- campione mondiale di canoa e campione italiano FCI in carica dimostrando di avere forza, grinta ma anche testa, ce o dimostra il fatto che ha lasciato sfogare il temibile avversario per due giri per poi attaccarlo senza remore e scavando un solco di venticinque secondi che lo hanno catapultato sul gradino più alto del podio completato da “Lupo” Facchini. Chapeaux! Nei gentleman 1 continua l’ambizioso programma di Mauro Tursi che prevede di mettere nel mirino il campionato italiano e si produce nell’ennesima convincente galoppata solitaria vanamente inseguito dal forte e concentrato Marco Vacchini. Fa sempre piacere salutare la vittoria di un atleta come Roberto Stagnoli ( gentleman 2) , un uomo che si alimenta di pane, amore e bicicletta e anche a Tornaco lo dimostra con una gara corsa col cuore ma, occhio ad Alessandro Cottini, sta crescendo molto e potrebbe dare filo da torcere a molti e il primo ad accorgersene pare sia stato Massimo Di Paolo che chiude il podio. Se nei super B oramai è risaputo che per fermare Lucio Pirozzini bisogna ricorrere ad un …bazooka, nelle pedalate rosa la lotta è molto più equilibrata, è il caso delle donne A dove stavolta a primeggiare è stata Lauretta Vecchio che s’è presa la rivincita sulla fortissima Sabrina De Marchi e una sempre più convincente Sheryl Bienati mentre fra le donne B è Super Simo Etossi ad anticipare la terribile Daniela Di Prima. Senza storia la vittoria del veterano 1 Sergio Viola, sempre più convincente e leader di categoria che batte da padre padrone sia Ivano Favaro , che sta salendo di forma, che il pluri vittorioso Claudio Rizzotto, stesso identico discorso per il potente veterano 2 Gabriele Tacchinardi che nonostante quel lunghissimo rapportone , o forse proprio per questo, imbriglia la ricorsa di Orlando Borini che stavolta si deve accontentare del secondo gradino del podio. Il senior 1 Alessandro Tacchini era a caccia di un sogno e lo ha realizzato ad occhi ben aperti, andando a prendere, per poi attaccarlo e distanziarlo, un concentratissimo fuggiasco Riky Cattaneo e il re dello scatto fisso Paolo Bravini. Anche il senior 2 Francys Barbazza può definirsi soddisfatto della sua vittoria, non tanto per aver battuto Andrea Perini e Andrea Mora , ma per la convinzione che la forma sta salendo e le maglie si avvicinano. La vittoria dello junior Bum Bum Ballini? Bella, come un romanzo di Camilleri, colmo di poesia e amore per la bici e per la vita, ah se anche il debuttante Jacopo Barbotti, vincitore nei debuttanti, avesse le stesse convinzioni, del resto cosa volete, sono ragaaaaazzi e a volte fanno tardi in discoteca. Fiori e applausi infine anche per Fabietto Ramponi ( primavera) e la donna Junior Sofia Mazzuero che anticipa la finalmente rientrante Alice Ballarè. Ottima la premiazione predisposta dal presidente Elvio Cavanna che degnamente ha ricordato Elia Mazza, amatore dal cuore grande che ha inanellato come grani dello stesso rosario , vittorie e sconfitte, salite e discese, bicicletta e malattia come fossero i misteri gaudiosi e dolorosi ma una cosa è certa, qui non lo dimenticano facilmente e anche il Cielo ha gradito.
Carmine Catizzone

ASD IPERLANDO, UNA VERA CORAZZATA VINCENTE

ASD IPERLANDO, UNA VERA CORAZZATA VINCENTE - MASTERCROSSMTB

CLICCA SULLA FOTO PER LE CLASSIFICHE DI L. FORNASIERO

GUARDA IL NOSTRO CANALE YOUTUBE

MASTERCROSSMTB CHANNEL

OLD BIKER IN GRANDE ESPANSIONE CON DIVERTIMENTO

OLD BIKER IN GRANDE ESPANSIONE CON DIVERTIMENTO - MASTERCROSSMTB

CLICCA SULLA FOTO PER L'ARTICOLO DI L. FORNASIERO

ANGELO LO RICORDIAMO NOI

ANGELO LO RICORDIAMO NOI - MASTERCROSSMTB

CLICCA SULLA FOTO PER L'ARTICOLO DI C. CATIZZONE