Home » Non solo master » LIVIO FORNASIERO » SQUARCINA, CECCHETTO, PIVA E BATTISTELLO STAR A ESTE

SQUARCINA, CECCHETTO, PIVA E BATTISTELLO STAR A ESTE

SQUARCINA, CECCHETTO, PIVA E BATTISTELLO STAR A ESTE - MASTERCROSSMTB

 

Grande successo alla gara in notturna di Este valevole come 6^prova di Coppa Colli Euganei-Wilier Triestina

Este (Pd). Con i suoi 1300 metri circa di percorso e con un dislivello di 36 metri

a giro è forse la prova più "massacrante" di tutta la Coppa Colli Euganei-Wilier Triestina. Puro cross country, riconosciuto a tale disciplina dello short track.

Percorso misto, ed esaltazione della tecnica di guida, ritmo elevato ed il tutto racchiuso in un scenario favoloso in notturna, tra due ali di folla plaudente che ha dato ancor più agonismo ai numerosi bikers e con le calde temperature di questo mese di luglio ed il mix era completo. Erano ben 220 i bikers alla partenza di questo “XC Circuito del Castello” in notturna, valevole come 6^prova di Coppa Colli Euganei-Wilier Triestina, atleti suddivisi dalle varie categorie, anzi, i Veterani sono stati suddivisi in due distinte batterie, per l’alto numero di iscritti, con la classifica che metteva in risalto i migliori tempi ottenuti. Nelle varie batterie, partenza a razzo

e si arrivava al vallo lungo il perimetro esterno delle mura del Castello Marchionale, si entrava poi all’interno del Foro Boario ed uscendo quindi dalla porta del Soccorso, da qui si percorreva un tratto di sterrato lungo le mura rivolte verso Calaone e si impegnava un breve single track in salita verso la storica Villa Byron. Al culmine della breve ascesa si affrontava il tracciato in discesa sul lastricato di Via dei Cappuccini e nei pressi dell`Arco del Falconetto, con una breve inversione si risaliva nuovamente ed al termine della salita, discesa in asfalto da via Byron per percorrere una serpentina tra gli alberi e si ritornava nella zona di partenza per iniziare un nuovo giro. Il tutto, condito da adrenalina pura ed in certi tratti i bikers erano impegnati quasi in apnea, per il grande agonismo profuso. Pronti via ed erano i Super A e B, con le categorie femminili e Primavera. Subito in evidenza il tricolore Giampietro Garofolin, con Luigi Inglesi e la Monica Squarcina alle calcagna. Erano loro a meritarsi i maggiori applausi dalla folla di sportivi assiepati lungo tutto il tracciato

di gara e meritarsi il successo. Tra i giovani, un terzetto della Pederzolli di Trento

a salire sui tre gradini del podio, con Davide Marocchi, su quello più alto. Erano poi

i Gentlemen, con il beniamino di casa, Maurizio Borsato partire a razzo. Ma la sua irruenza durava poco, perché dalle retrovie si mettevano in evidenza il campione italiano di categoria, Renato Cecchetto, Massimo Milanetto e Roberto Ambrosi,

che si piazzavano nell’ordine, con Borsato che si accontentava del 4.posto.

Erano poi i Veterani, divisi da due batterie, con Davide Battistello che si rendeva subito uccel di bosco nella prima gara, che risultava la più entusiasmante, di un Battistello che “seminava” gli avversari andando a tagliare il traguardo a braccia alzate. Gara dei Senior ed era veramente emozionante il duello a colpi di pedale tra Francesco Raccanello e Mauro Simion, per tutta la durata della corsa. Era proprio l’ultima tornata, sotto al traguardo, a sancire il successo di Raccanello, che andava a conquistare la vittoria con il fatidico colpo di reni. Ed ecco la gara clou, quella dei Cadetti-Junior, dove con il numero 1 era il neo campione italiano, Manuel Piva, che dettava legge nei confronti di tutta la truppa. Ed era subito bagarre con il fuoriclasse padovano di S.Bortolo di Monselice, che metteva subito il turbo e faceva corsa a sé. Prendeva subito quel vantaggio che lo proiettava all’arrembaggio tra gli applausi fragorosi dei suoi sostenitori. Un’apoteosi l’ultima tornata dopo il suono della campana, con Manuel Piva che faceva il record sul giro, ponendolo come il primo della classe fra tutti i partecipanti. Per Fabio Capuzzo ed Emanuel Boschetto, la soddisfazione di salire sul secondo e terzo gradino del podio, mentre per Gianluca Giraldin, il successo era assicurato nella categoria dei Cadetti. Nelle categorie femminili, era Monica Squarcina a meritarsi il miglior tempo assoluto.

Dopo la serata di gare, ne è seguita la ricca premiazione, dove hanno deluso i vertici dell’Amministrazione comunale, che non ha presenziato con nessun rappresentante, primo fra tutti, l’assessore allo sport. Una lacuna, che l’organizzazione non ha nessuna colpa, anzi, tutto lo staff è stato all’altezza dell’importante appuntamento, che è stato curato nei minimi particolari dall’ Asd Team Estebike-Zordan diretto da Renzo Zordan, con uno speaker d’eccezione, Guido Barbato e per completare la positività della serata ci hanno pensato i tecnici della Timing Data Service di Spinea per le classifiche. Classifiche che si possono vedere anche su www.tds-live.com

Per completare la serata, premi speciali alle società con maggior partecipanti, dove al primo posto si è piazzato l’Asd T.Bike, al secondo l’Euganea Bike ed al terzo il Team EsteBike, che si sono portati in sede sociale, un bel prosciutto crudo.

Arrivo Donne A: 1) Valentina Donà (Asd T.Bike); 2) Laura Belpiano (Euganea Bike); 3) Elisa Cappellari (Team EsteBike); 4) Elisa Barina (idem); 5) Debora Belleri (Zeus Bike Team).

Donne B: 1) Monica Squarcina (Team EsteBike); 2) Luisa De Lorenzo Poz);

3) Daniela Meneghini (Benato Bikes); 4) Alessandra Bertan (San Bortolo);

5) Loredana Landolfi (Team EsteBike).
Primavera Donne:
1) Sara Scarmin (Asd T.Bike).

Primavera: 1) Davide Marocchi (Pederzolli Elite Sport); 2) Roberto Mantovani (idem); 3) Mattia Ropelato (idem); 4) Matteo De Franceschi (Cicli De Franceschi);

5) Denis Pedretti (Bike Team Zenith).
Debuttanti: 1) Nicola Magagna (Asd San Bortolo); 2) Mattia Bagnara (Euganea Bike); 3) Luca Rosso (Simion Race Team); 4) Lorenzo Facco (Euganea Bike);

5) Tommaso Favaretto (Simion Race Team).
Cadetti: 1) Gianluca Giraldin (Uc Fpt); 2) Daniel Boschetto (Cicli Olympia);

3) Thomas Meliti (idem); 4) Alessio Pederzolli (Pederzolli Elite Sport); 5) Mattia Doro (Piazzola Cycling).
Junior: 1) Manuel Piva (Uc Fpt); 2) Fabio Capuzzo (Team EsteBike); 3) Emanuel Boschetto (Euganea Bike); 4) Luca Elardo (Lasalamacchine Team); 5) Riccardo Sartori (Cicli Rossi 2F Battalana).
Senior: 1) Francesco Raccanello (2Torri Rovigo); 2) Mauro Simion (Uc Fpt);

3) Mosè Savegnago (Adventure & Bike); 4) Ivo Rampado (Uc Fpt); 5) Fabio Marchesin (Cicli Girardi Sossano).
Veterani: 1) Davide Battistello (XDrive Racing Team); 2) Gianmaria Pertile (2Torri Rovigo); 3) Michele Marini (Racing Bike); 4) Vanni Balboni (Green Devils Team); 5) Paolo Baiocchi (PlayLife Sport Bike).
Gentlemen: 1) Renato Cecchetto (Geko Bike); 2) Massimo Milanetto (XDrive Racing Team); 3) Roberto Ambrosi (I Falchi di Tucson); 4) Maurizio Borsato (Team EsteBike); 5) Giampietro Zanella (Team Cycle Sport).
Super A: 1) Giampietro Garofolin (Club Colli Euganei); 2) Maurizio Cherubin (Biciverde); 3) Paolo Chiodetto (Cicli Morbiato); 4) Luigino Mengato (Euganea Bike); 5) Loris Zorzetto (Team Velociraptors).                                                            
Super B:
1) Luigi Inglesi (Asd San Bortolo); 2) Romeo Rubin (Uno Team Cittadella); 3) Lucindo Magagnin (Cicli De Franceschi).

                                                                                         Livio Fornasiero

[an error occurred while processing this directive]