Home » Non solo master » I NOSTRI RAGAZZI ... » SE UN CUORE CE L'HAI ...

SE UN CUORE CE L'HAI ...

SE UN CUORE CE L'HAI ... - MASTERCROSSMTB

 

OMAGGIO A MARCO, UN VERO CAPITANO

 

La vicenda umana che vede suo malgrado “protagonista” Marco Pentagoni è di quelle che se un cuore ce l'hai non puoi non rimanerne colpito.

Perché un pallone prima o poi lo siamo andati a recuperare tutti. Perché di imprudenze giocando con gli amici nell'età dell'adolescenza ne abbiamo commesse tutti. Perché tutti di  fronte a un episodio del genere ci troviamo costretti a riflettere su come una vita “normale” sia appesa a un filo sottilissimo che può spezzarsi in un istante.

E la reazione di Marco al suo incidente è di quelle che ti caricano. Perché non è che ad essere un appassionato praticante di sport hai delle corazze speciali,  può succedere anche a te di non star bene e di reagire come il più comune dei pantofolai, per cui lo sforzo più “sportivo” è quello di girare i canali del decoder per vedere i gol della Serie A.

Invece Marco, con i suoi solo 14 anni, ha reagito come un uomo. Appena sveglio, dopo l'amputazione della gamba destra, ha chiesto di poter sostenere in ospedale la prova orale dell'esame di licenza media dicendo “non voglio perdere tempo”. E poi una dichiarazione, tanto spontanea quanto forte e decisa: “Voglio continuare ad essere uno Sportivo”. Raccolta con straordinaria tempestività dall'amministrazione comunale di Quinto Vercellese e soprattutto da una donna tanto forte quanto sensibile di nome Alessandra Ticozzi.

Da questo turbinio di emozioni sono nate e nasceranno da parte mia (e di amici,) iniziative a sostegno di Marco: un ragazzino di un metro e ottanta centimetri che sembra mite e indifeso, con lo sguardo dolcissimo e la forza di un orso.

E ringrazio di cuore tutte le persone, gli “udacini” del ciclocross, gli sportivi e lo staff organizzativo scesi in pista col pallone al PalaPregnolato, che fino ad oggi mi hanno seguita nelle iniziative di contributo alla solidarietà per Marco e li invito a continuare a tifare per Marco: un Campione che non dovrà mai sentirsi solo.

 

                                                                                              Samantha Profumo