Home » Non solo master » LIVIO FORNASIERO » ....SCRIVE ANTENORE SCARPETTA

....SCRIVE ANTENORE SCARPETTA

....SCRIVE ANTENORE SCARPETTA - MASTERCROSSMTB

                                                                Pasta-Party-Falzè


Da Falzè a Peraga sembra indicare l'itinerario di una gita domenicale, invece altro non è il fine settimana crossistico che il Giro del Veneto Udace ci ha proposto. Sabato.....Falzè di Piave per un appuntamento che nella sua pur breve storia stà raccogliendo i consensi degli addetti ai lavori, siano essi dirigenti che atleti. I numeri stanno lì a indicare il gradimento della manifestazione da parte degli atleti, perchè veder schierare al via oltre 120 partecipanti è senz'altro un risultato da applausi. Il percorso è quello già collaudato nelle scorse stagioni e la zona sembra fatta apposta per una gara di cross in quanto si possono alternare tratti tecnici con altri veloci e brevi ma impegnativi tratti da fare di forza. A primeggiare ancora una volta i soliti noti con l'inserimento di poche eccezioni. Alla buona riuscita della manifestazione ha senz'altro contribuito la tregua della pioggia che ci aveva colpiti nelle due gare precedenti, ma sarebbe riduttivo dare al tempo il merito della partecipazione, la verità è che questo appuntamento è diventato importante per i crossisti del Triveneto. Organizzatori bravissimi e giudici altrettanto e non accenno alle premiazioni perchè non l'ho mai fatto e non comincerò ora, ma basta pensare al Pasta-Party che è seguito alla gara e che ha visto a tavola atleti e accompagnatori in un significativo momento di incontro e famigliarizzazione. Un doveroso grazie a tutti quelli che si sono prodigati per la buona riuscita della manifestazione.

PeragaPeraga di Vigonza si è riproposta dopo l'ultima esperienza in cui il fango aveva costretto gli atleti a lunghi tratti a piedi e anche questa volta si temeva che la cosa potesse ripetersi visto che Giove Pluvio si era risvegliato dopo la pausa del giorno prima, ma il percorso questa volta ha tenuto e la gara si è svolta regolarmente, anzi, il fango molle non ha intasato le biciclette ma ha reso semplicemente più impegnativo il percorso. Idropulitrici senza lavoro con gran sollievo di tutti, percorso su manto soffice impegnativo quanto una salita che ha impegnato al massimo chi si era proposto di primeggiare. E' stata la quinta tappa del Giro del Veneto e le classifiche cominciano a essere sbirciate con maggior attenzione e già cominciano i primi calcoli, ma nel cross, lo sappiamo bene, non ci sono calcoli da fare ma c'è solo da partecipare e pedalare a tutta e le classifiche vengono fuori da sole. Ottima l'organizzazione della gara, ma lo sapevamo e le capacità organizzatrici di questa società non erano in dubbio, molti gli addetti lungo il percorso e ottime le strutture messe a disposizione prima, durante e dopo la gara. Dire grazie a tutti è doveroso cominciando dagli organizatori e poi ai giudici e infine al Sindaco che ha voluto essere presente alle premiazioni. E' auspicabile un arrivederci all'anno prossimo.