Home » Non solo master » I NOSTRI RAGAZZI ... » NONNO HORNER TORNA LEADER

NONNO HORNER TORNA LEADER

NONNO HORNER TORNA LEADER - MASTERCROSSMTB

VUELTA: NIBALI CEDE LA ROSSA A HORNER PER TRE SECONDI, LA TAPPA A RODRIGUEZ Torino  (TO) 13 Set 2013
Il siciliano non riesce a tenere la ruota dello statunitense negli ultimi metri, ed ora dovrà giocarsi il tutto per tutto nella tappa più difficile, quella dell'Angliru. Bella impresa di Purito nella diciannovesima: vittoria che rilancia le ambizioni da podio.                                             
Deciderà la Vuelta, sul filo dei secondi, l'arrivo di sabato sul temibile Angliru. Intanto l'Alto Naranco conferma un certo appannamento di Vincenzo Nibali. Il siciliano c'è, tatticamente e mentalmente è presente, non crolla: gli manca però quel guizzo per tenere proprio sul più bello lo spunto di Chris Horner. Tre secondi di vantaggio alla partenza, tre secondi da recuperare all'arrivo, e la maglia rossa cambia padrone. Una inezia, anche se oggettivamente non c'è da essere ottimisti: il trend è tutto per lo statunitense, molto più brillante quando la strada sale. Altro personaggio della diciannovesima è lo spagnolo Joaquin Rodriguez (Katusha), che trova finalmente una bella soddisfazione dopo tre settimane passate ad inseguire. Purito coglie una vittoria delle sue: uno scatto all'ultimo km, come già visto tante volte nei grandi Giri, che mette tutti in riga e rilancia ambizioni, se non di successo finale, almeno di podio.
"Sono felice, lo avevo detto ai miei compagni che oggi volevo vincere, era una delle ultime opportunità per farlo. I miei compagni cercheranno di fare lo stesso lavoro per agevolarmi anche domani sull'Angliru, poi crediamo cosa succederà. Certo, lasciare la firma su una salita del genere sarebbe un onore ", commenta il vincitore Joaquin Rodriguez.
In vista del gran finale, proviamo ottimisticamente a guardare il bicchiere mezzo pieno. Nibali, cedendo questa inezia, si è risparmiato il cerimoniale riservato alla maglia rossa: tempo prezioso per andare a ritemprarsi fisicamente e per studiare le strategie per la giornata decisiva. Il bicchiere mezzo vuoto invece indica la necessità di staccare lo statunitense che ride ("Smile" il soprannome), e qui si fa complicata.
Attaccare sull'Angliru non sembra alla portata per lo Squalo, più facile pensare ad una azione di classe nella discesa dall'Alto del Cordal (penultimo GPM) per creare problemi alla maglia rossa. Uno scenario da non sottovalutare potrebbe essere una santa alleanza con gli spagnoli. Rodriguez andrà a caccia del podio, Valverde sarà combattuto tra l'accontentarsi della terza piazza o voler far saltare il banco. Nibali sta nel mezzo, pronto a tendere trappole. Horner aspetta sereno, a 42 anni quasi suonati l'esperienza proprio non gli manca.
ORDINE D'ARRIVO
1. Joaquin Rodriguez (Esp, Katusha) in 4h16'13" 2. Diego Ulissi (Ita, Lampre) a 0'11" 3. Daniel Moreno (Esp, Katusha) s.t. 4. Samuel Sanchez (Esp) s.t. 5. Christopher Horner (Usa) a 0'14" 6. Alejandro Valverde (Esp) s.t. 7. Michele Scarponi (Ita) a 0'16" 8. Leopold Konig (Cze) a 0'20" 9. Vincenzo Nibali (Ita) s.t. 10. Nicolas Roche (Irl) a 0'23" ... 12. Domenico Pozzovivo (Ita) a 0'33"
CLASSIFICA GENERALE DOPO 19^ TAPPA
1. Christopher Horner (Usa, RadioShack) in 77h56'05" 2. Vincenzo Nibali (Ita, Astana) a 0'03" 3. Alejandro Valverde (Esp, Movistar) a 1'06" 4. Joaquin Rodriguez (Esp) a 1'57" 5. Nicolas Roche (Irl) a 3'49" 6. Domenico Pozzovivo (Ita) a 6'00" 7. Leopold Konig (Cze) a 6'38" 8. Thibaut Pinot (Fra) a 7'02" 9. Samuel Sanchez (Esp) a 7'45" 10. Daniel Moreno (Esp) a 11'05" ... 12. Michele Scarponi (Ita) a 12'13"
Sorgente: http://www.repubblica.it/sport/ciclismo/2013/09/13/news/nibali_rodriguez_horner-66461937/
Luigi Panella