Home » MASTER PALZOLA 2018-2019 » MAGLIONE 8/12/2018

MAGLIONE 8/12/2018

I SOLITI VIOLA, BUM BUM, BIELLA E VECCHIO AMMAZZANO LA GARA DI MAGLIONE

I SOLITI VIOLA, BUM BUM, BIELLA E VECCHIO AMMAZZANO LA GARA DI MAGLIONE - MASTERCROSSMTB

I SOLITI VIOLA, BUM BUM, BIELLA E VECCHIO AMMAZZANO LA GARA DI MAGLIONE

Gli assassini tornano sempre sul luogo del delitto. No, non è la trama di un film di Alfred Hitchcock ma, quella della fertile mente del duo Nicolello/Riconda che hanno pensato di replicare sullo stesso percorso di sette giorni fa, la 15^ prova del Master Palzola registrando lo stesso identico successo, perché si sa, squadra che vince non si cambia. Anche a livello di risultati il finale è presso che  identico, infatti , ben 8 vincitori ( su 14) hanno  rivinto la gara esaltando il concetto che nel ciclocross esiste una gerarchia e i Re si tengono ben stretto il trono. E’ Il caso, per esempio, del  gentleman 1 Angelino Borini che ritrova se stesso e corre una gara intensa e concentrata con quella grinta  tipica di chi di valere  e rilancia le sue quotazioni battendo il fortissimo Massimo Salone per poi farsi pilotare fino al traguardo dall’altro gentleman , quello 2 che risponde al nome di Eugenio Cossetto , il quale, una volta liberatosi del possente Roberto Stagnoli  pensa bene di arrivare in parata con lo scricciolo della Valsesia. Gambe , testa e cuore , queste le chiavi di volta di un successo annunciato dell’ educatissimo veterano 2 Alessio Bertolotti, anche se Giuseppe Ballini ha fatto di tutto per impedirglielo e tiene saldamente in pugno la generale del master. Anche il super A Claudio Biella è diventato , ancora una volta, il padrone assoluto di categoria tiranneggiando sui pur volitivi Paolo Mezzo Piero e Gaetano Sartor che paga pegno della vacanza alle Canarie. Lo junior Bum Bum Ballini? Seguiamolo che ci farà divertire, anche perché sta rasentando la perfezione e lo dimostra partendo ultimo e nel giro di una tornata si porta in testa per poi salutare la compagnia e vincere in solitaria come suo costume. Bellissima lotta, per intensità e sano agonismo tra i veterani 1 Sergio Viola e Ivano Favaro, uno spettacolo con capovolgimenti di fronti che deliziano il pubblico, alla fine a vincere è lo Csainiano Viola ma Favaro  c’è e presto si prenderà delle belle soddisfazioni. Vittoria facile facile per il senior 2 Francesco Barbazza che sulle corsie ampie e ben disegnate da Gianni Riconda impone la legge del più forte , anche perché Andrea Mora, l’unico che poteva mettersi di traverso, rompe la bici e il cambio box era lontano per tentare una credibile rimonta. Ottimo il senior 1 Stefano Missiaggia  che nel giro di due anni ha fatto un salto di qualità incredibile e si sta prendendo bellissime soddisfazioni. Giovanni Fedrigo è un super gentleman B che sul passaporto, alla voce segni particolari, porta scritto “Sportivo Puro” e lo dimostra troneggiando su Vincenzo Vezzoli,  un’icona del ciclismo amatoriale e possessore di un armadio con oltre 30 maglie tricolori in tutte le specialità, il quale è il primo a congratularsi col fortissimo … cavallino rosso.  Continua il bum di pedalate rosa nel nostro Master Palzola e ben 12 donzelle hanno battagliato come vichinghe sui prati di Maglione, le più brave sono state la solita fortissima e concentrata Donne A Laura Vecchio che si prende il lusso di battere Ilaria Rocca, la donna B Kathrin Ortel che lotta come una leonessa per avere la meglio su Rosella Bazzarello e Sofia Mazzuero che ha dovuto penare sette camicie per liberarsi nel corso dell’ultimo giro della sempre più brava Miriam Salvato. La saga delle vittorie termina con la sofferta e sudatissima vittoria del debuttante Jacopo Barbotti  sul gigante buono Gioele Binello che fino alla fine ha fatto sentire il fiato sul collo al vincitore. Termina col solito corposissimo ristoro , graditissime le tartine alle  acciughe marinate e ottima la premiazione che il team A Ruota Libera di patron Carlos Nicolello ha predisposto e suggellano lo straordinario impegno dei suoi ragazzi, insomma, un grande esempio in questo senso che è stato ripagato dal gradimento della base, e se la base è contenta, diventa la miglior soddisfazione di chi organizza. E di chi corre…..

Carmine Catizzone