Home » Non solo master » I NOSTRI RAGAZZI ... » LO SPETTACOLO DEVE CONTINUARE

LO SPETTACOLO DEVE CONTINUARE

LO SPETTACOLO DEVE CONTINUARE - MASTERCROSSMTB

LO SPETTACOLO DEVE ANDARE AVANTI

 

L’ultimo campionato di ciclocross targato Palzola, come tutti gli altri, lascia dietro la poppa una scia di splendidi ricordi e sensazioni che vorresti raccogliere tra le mani e custodire gelosamente in uno scrigno chiuso a chiave. L’immagine più sensazionale è quella di Marco Pentagoni, 15 anni compiuti in un letto d’ospedale che il nostro gruppo di rapaci, fedele ai valori di solidarietà e condivisione, ha saputo risollevare da un destino non propriamente benevolo. Altri slanci solidali sono stati portati avanti nei confronti di ragazzi bisognosi che potrebbero scrivere un libro per  raccontare le emozioni che l’Udace prima e Acsi Ciclismo ora, hanno saputo regalare. Tutti sanno, dirigenti compresi , che il nostro master Palzola di ciclocross è da sempre il più lungo e articolato d’Italia ma, quello che non si sapeva è che i forti mal di pancia degli ultimi mesi avevano messo in crisi l’esistenza stessa del master e il ciclocross sotto le stelle, che si poteva disputare, è sempre li a ricordarcelo. Chi scrive e il gruppo di lavoro che si riconosce in un ciclismo sano, solidale, serio e privo di megalomanie, deve necessariamente dare delle risposte soprattutto alla base e la prima risposta che ci viene in mente è questa:” tranquilli ragazzi, lo spettacolo DEVE andare avanti e noi siamo pronti a fare la nostra parte, chi di dovere faccia la sua, serenamente, allontanando dal teatro coloro che non hanno titolo per  starci perché inquinano la convivenza civile di sportivi con la esse maiuscola e minano uno stato d’animo che è e deve rimanere sereno”! Mercoledì prossimo, dopo le premiazioni e la consegna delle iscrizioni della gara di Sesto Calende ai ragazzi Down di Antonella Cibin, ci troveremo attorno ad un tavolo di lavoro e inviteremo le “Rapacissime” Samantha Profumo e Silvia Bertocco ad attivarsi per le loro gare, stesso discorso per Gregorio Sottocorna che insieme al sottoscritto dovrà rimboccarsi le maniche per il memorial Giovanniello di Somma Lombardo e una gara inedita nel territorio Milanese. Chiederemo ad Alberto Filippini di darci le sue date e a Gianni Riconda di riconfermare le sue perché non possiamo e non vogliamo vanificare il nostro raccolto, frutto di lavoro intenso, costante e coerente svolto in tutti questi anni. Facciamo tutti un passo, indietro, io l’ho già fatto, sotterriamo l’ascia e andiamo avanti per la nostra strada provando a migliorare  in quegli aspetti che contano per raggiungere i nostri grandi traguardi. Mi piace pensare che la nostra storia non finisce qui , perché la salita dello sport non è ancora terminata e a noi non manca nulla per arrivare in cima e statene certi, arriviamo in gruppo. Tutti exequo!

 

CARMINE CATIZZONE