Home » Non solo master » LIVIO FORNASIERO » ILENIA LAZZARO CAMPIONESSA MONDIALE A CRONOMETRO

ILENIA LAZZARO CAMPIONESSA MONDIALE A CRONOMETRO

ILENIA LAZZARO CAMPIONESSA MONDIALE A CRONOMETRO - MASTERCROSSMTB

Campionati Mondiali Giornalisti:


La padovana Ilenia Lazzaro


Campionessa Mondiale a Cronometro Individuale strada


Creta.  Spedizione azzurra agli UCI World Press Championship, i Campionati Mondiali giornalisti di ciclismo su strada all’isola di Creta, con la prima maglia iridata, conquistata dalla padovana di Vigonza, Ilenia Lazzaro, nella gara a Cronometro Individuale. Medaglia d’Oro conquistata dalla trentenne padovana Ilenia Lazzaro, già più volte iridata su strada e allo sprint. La vittoria dell'azzurra, arrivata ieri sera a Rethymno (Creta) per disputare le ultime gare in programma, è arrivata nella cronometro individuale. Ottimo il tempo per Ilenia, 36ma assoluta all'arrivo e nettamente vincitrice del titolo mondiale donne con quasi 43 km/h di media, con 4'22 di vantaggio sulla slovena Andreja Bauman. Ha completato il dominio azzurro nella categoria, l'italiana Annamaria Cesari che ha superato la russa Minenkova conquistando così la seconda medaglia di bronzo dopo quella vinta ieri nella prova sprint. Nella categoria M4 ancora una medaglia con Eugenio Capodacqua  (33.esimo assoluto) 3. dietro ai tedeschi Hack e Rupp.  Il noto cronista di Repubblica aveva conquistato un argento anche ieri nello sprint. Tra gli M3 Medaglia d'argento per Giovanni Fantozzi (21.esimo assoluto) alle spalle dell'olandese Verdonschot.  Tra gli M2 Graziano Calovi (9. assoluto) è 4.nella M2 vinta dal greco Petroulakis. Ieri il trentino, ex campione del Mondo 2011, aveva agguantato un argento allo sprint. Solo settimo Moretti nella M1 vinta dal francese Moec, vincitore assoluto della prova con quasi 46 km/h di media. E domenica, ancora Ilenbia Lazzaro protagonista, che nella gara su strada, prima in fufa con in compagnia con Hack e la Rupp, i due tedeschi più forti in gara, Ilenia si stacca negli ultimi 10 km. sulle salitelle rompi gambe, ma riesce ad arrivare 3^assoluta con i maschi e 1^, meritandosi il titolo mondiale femminile, facendo così il bis.

                                                                                                       Livio Fornasiero