Home » Non solo master » LE CRONACHE DI VALERIO ZULIANI » CICLOCROSS DELLA PACE E DELLA NEVE

CICLOCROSS DELLA PACE E DELLA NEVE

CICLOCROSS DELLA PACE E DELLA NEVE - MASTERCROSSMTB

CICLOCROSS DELLA PACE E DELLA NEVE

Gay e Dell’Erba nel Parco Olimpico di Pinerolo

 

Pinerolo (To), 4 marzo 2018 – Avevano lavorato tantissimo nei giorni scorsi, Fabrizio, i due Luca, Paolo e ancora altri amici dell’ASD Alpina Bike Cafè, per rendere “accettabile” il tracciato di ciclocross ricavato nel Parco Olimpico di Pinerolo. Poi le nevicate avevano annullato parte del lavoro svolto, ma loro ci si sono rimessi d’impegno e hanno tirato fuori dal cappello un percorso tecnico e difficile ma anche piacevole e divertente.

Il punto di ritrovo è presso il palazzetto Olimpico di Pinerolo, all’interno del quale si sta decisamente meglio che fuori. Sebbene siamo a marzo e ormai le gare di ciclocross sono finite da un pezzo, ad accorrere a quest’ultimo”colpo di coda” pinerolese sono 33 concorrenti, molti provenienti dal circondario ma alcuni anche da fuori regione. A tutti, come messaggio di benvenuto, al momento dell’iscrizione, è offerta un’apprezzata bottiglia di vino.

Gli organizzatori hanno previsto due partenze a orari differenti ma, dato il numero esiguo di concorrenti si potrebbe farne una sola, tuttavia per non penalizzare chi pensava di partire con l’orario della seconda partenza, alle 11,30, si decide di mantenere gli orari originali.

Si parte quindi alle 10,30 con la gara di gentleman, supergentleman, donne e primavera. In totale sono in 15 e, a fare da starter, due carinissime “ragazze Red Bull” augurano la buona corsa a tutti.

Si corre con soli 3°C ma la temperatura in bici si scalda subito. Il terreno è duro e gelato e la neve calpestata dalle ruote fa in fretta a sciogliersi e il tracciato inizia a diventare sempre più pesante. Mentre nelle prime tornate di 2 km ciascuna, si girava sotto i 7 minuti, ben presto si arriva quasi a 8.

Parte veloce come al solito il gentleman vicecampione regionale, Mauro Sedici ma ben presto si fa avanti Sandro Gay che, dopo averlo superato, conduce corsa a sè fino alla fine. I due arrivano staccati di un minuto circa e, poco dopo, arriva anche l’idolo locale nonché tracciatore del percorso, Paolo Reviglio, che per tutta la gara ha dovuto vedersela con il compagno di squadra, di otto anni più anziano di lui, Ferruccio Elia, che era riuscito a superarlo nel finale, ma poi ha dovuto lottare anche con i pedali che non ne volevano sapere di attaccarsi alle scarpe e così è ritornato dietro.

Tutti freddi ma felici, anche le due ragazze, Oliva Marchisio e Simona Massaro, arrivate nell’ordine e gli sgB e sgC Abbate e Maragò che insieme all’sgA Collura hanno concluso brillantemente la prova. Naturalmente per tutti gli arrivati, le ragazze Red Bull, oltre al grazioso sorriso, hanno offerto una lattina della loro bevenda energetica ma, poco più avanti, nel percorso verso le docce, i concorrenti hanno potuto rifocillarsi con del te caldo.

Chi invece non si è rifocillato per niente e neanche riscaldato un po’ le membra, siamo noi, pronti a dare il via alla seconda partenza, con le categorie junior, senior e veterani, al cui seguito c’è anche un primavera, Danilo Paire che, lui che è adolescente, dichiara di volere fare gli stessi giri dei grandi. E i giri in programma sono 7.

Le difficoltà sono aumentate. Sebbene il sole non ne voglia sapere di fare capolino, la neve del tracciato continua a sciogliersi e le ruote rimangono sempre più attaccate al fango che ricopre il sentiero. Adesso i giri sono percorsi sempre con tempi superiori al minuto e i corridori, che alla partenza erano abbastanza baldanzosi, accusano pesantemente la fatica.

Lo fa più di tutti uno degli organizzatori, il veterano Luca Zanotti, (anche lui nei giorni scorsi si era notevolmente impegnato e affaticato a tracciare il percorso di gara) che dopo essere stato un po’ in testa, si deve arrendere alla maggior freschezza degli avversari, scivolando fino alla 4ª posizione. Chi invece corre, si fa per dire, come il vento, è Bruno dell’Erba, veterano anche lui, invano inseguito da Cristiano Borgo e Maurizio Sasia, quasi irriconoscibili perché coperti di fango dalla testa ai piedi.

Dopo un’ora circa di corsa, alla media di 14,15 km/h, il traguardo è tagliato in quest’ordine, (i meno giovani, con il terreno più duro, avevano fatto i 16,36 km/h), primo Dell’erba, seguito da Borgo, Sasia, Zanotti, Boaglio, Codebò, Deregibus, Odetto, Marengo e Bessone. Finisce la prova, pur senza diretti avversari, anche il primavera Paire.

Dopo le docce, gli organizzatori fanno trovare pronti dei panini, bevande, fette di colomba appena tagliate e un pacco di sempre squisite “bugie”.

Le classifiche sono presto fatte e la premiazione può avere luogo all’esterno, tanto non piove o nevica e la temperatura si è scaldata un po’ perché adesso ci sono 5°C.

Le foto della corsa e premiazione sono consultabili cliccando sul seguente collegamento web: https://photos.app.goo.gl/ukI1oTxTlz9FQZkp1

 

 

                                                                                                                                   Valerio Zuliani

13- 16-17 Giugno si corre a CN-TO

13- 16-17 Giugno si corre a CN-TO - MASTERCROSSMTB

CLICCA SULLA FOTO PER L'ARTICOLO V. ZULIANI

GUARDA IL NOSTRO CANALE YOUTUBE

MASTERCROSSMTB CHANNEL

ABANO TERME HA ACCOLTO MOLTI CICLISTI

ABANO TERME HA ACCOLTO MOLTI CICLISTI - MASTERCROSSMTB

CLICCA SULLA FOTO PER L'ARTICOLO DI L. FORNASIERO

CODIVERNO DI VIGONZA ... GRANDE SUCCESSO

CODIVERNO DI VIGONZA ... GRANDE SUCCESSO - MASTERCROSSMTB

CLICCA SULLA FOTO PER L'ARTICOLO DI L. FORNASIERO

SPETTACOLO PURO A FONTANAFREDDA

SPETTACOLO PURO A FONTANAFREDDA - MASTERCROSSMTB

CLICCA SULLA FOTO PER L'ARTICOLO DI L. FORNASIERO

ASD TOMBELLE RINNOVATA CON TANTA VOGLIA DI FARE

ASD TOMBELLE RINNOVATA CON TANTA VOGLIA DI FARE - MASTERCROSSMTB

CLICCA SULLA FOTO PER L'ARTICOLO DI L. FORNASIERO