Home » Non solo master » LE CRONACHE DI VALERIO ZULIANI » CHOCOL E BUOSO SOPRA TUTTI AD AGLIE’

CHOCOL E BUOSO SOPRA TUTTI AD AGLIE’

CHOCOL E BUOSO SOPRA TUTTI AD AGLIE’ - MASTERCROSSMTB

CHOCOL E BUOSO SOPRA TUTTI AD AGLIE’

Il 4° Trofeo Valvital, memorial Silvio Boni porta bene anche a Pisani

 

Agliè (To), 18 giugno 2017 – I presupposti c’erano tutti per realizzare una bella manifestazione: un bel percorso, asfalto perfetto, tempo ottimale, neanche tanto caldo, pacco gara all’iscrizione, premiazione sontuosa e altrettanto il rinfresco. Insomma un’accoglienza degna di una delle migliori corse. Mancano solo i partecipanti. Forse, il caldo che fa da altre parti, toglie la voglia di andare a correre. Forse c’erano altre manifestazioni in programma, tutte in altre province. Ma qui, in provincia di Torino, ad Agliè, sono venuti 42 corridori, compresa una ragazza.

L’ASD organizzatrice, Cicli Boni e la Valvital, azienda che sponsorizza l’evento, non lasciano trasparire la delusione, ma noi si. Noi che cerchiamo sempre di andare incontro alle esigenze di corridori e società, siamo profondamente delusi. Ci aspettavamo qualcosa di più.

La corsa si svolge regolarmente e tutti sono d’accordo, in partenza unica. Il percorso è un bel circuito leggermente ondulato, di circa 21 km da fare 4 volte, per un totale di 84 chilometri.

Il via è dato dopo il primo transito ad andatura turistica sull’unica salitella di giornata, appena fuori Agliè.

Dopo un giro troviamo una dozzina di corridori che guidano la corsa, seguiti a 30” dal resto del gruppo e da qualcuno che non ha retto il ritmo e si è staccato.

Nella tornata successiva Chocol e Buoso si portano in testa e passano sulla linea del traguardo con 1’50” sugli immediati inseguitori, dai quali, poco dopo, emerge Giovine, ma i battistrada vanno fortissimo e sono irraggiungibili. La situazione si stabilizza con Buoso e Chocol che continuano a guadagnare e Giovine a inseguire. Alle spalle di questi si forma un gruppetto con Marchetta, Piacenza, Andrea Alberto, Rinaldi, Caresio, Melis, Iacomoni, Bardi e Pisani. Più indietro, Guglielmino e Grappeja e poi quel che resta del gruppo.

La situazione non cambia fino nei pressi del traguardo, dove Michel Chocol (ASD Immagine Free Bike) lancia un lungo sprint che Ivan Buoso (Pedale Leynicese) non prova neanche a contrastare.

Dario Giovine arriva dopo 5 minuti e il gruppetto che lo segue accusa un ritardo di ben 7’39”.

Assistiamo allo sprint nel quale Caresio ha la meglio su Rinaldi e Marchetta, seguiti da Bardi, Iacomoni, Melis, Pisani (1° gentleman), Alberto e Piacenza (2° gentleman).

A 10 minuti esatti arrivano Guglielmino e Grappeja, impegnati in una volata all’ultimo centimetro e poi, 3 minuti dopo, tocca a tutti gli altri, preceduti da Roberto Zola. Non ci sono sgA. Negli sgB volata contesa tra Meneghetti e Quazzola, con vittoria di quest’ultimo. Con un po’ più di ritardo taglia il traguardo anche l’unica donna, Elena Mautino. Media del vincitore: 43,130 km/h.

Come già detto, finita la corsa, è pronto un ricco rinfresco che i concorrenti mostrano di gradire tantissimo e poi si passa alla premiazione, praticamente per tutti. Premiazione preceduta dalle parole di elogio verso i corridori e di ringraziamento ai coorganizzatori della Valvita, da parte di Fabrizio Boni al cui papà scomparso la manifestazione odierna è intitolata.

Si procede poi con ricchi cesti e borse prodotti per tutte le categorie presenti e infine si va via con il rimpianto di una cosa fatta bene ma che meritava molta più attenzione di quella che ha avuto.

Le foto della corsa e premiazione sono consultabili cliccando sul seguente collegamento web: https://goo.gl/photos/3sC2KS8DeD8PoRB36

 

 

                                                                                                                                   Valerio Zuliani