Home » Gare » MASTER SPORT&SPORTS 2013 » CELLIO 5/5/2013

CELLIO 5/5/2013

POMELLA, CERRUTO E PIRALLA ... CHE BOTTI A CELLIO

CERRUTO, PIRALLA E POMELLA 

CHE EXPLOIT A CELLIO 

 

La grandezza di una società la si può misurare  scorrendo  l’albo d’oro e facendo la conta dei titoli custoditi in bacheca. Oppure la si può calcolare dalla passione con cui farcisce tutte le gare che organizza. Il “Velo Club Valsesia Il Picchio” di Cellio  è nata solo tre anni fa, ovviamente ha pochi titoli da vantare ma  in fatto di organizzazioni non è seconda a nessuna.  La bacheca del suo cittadino più illustre invece,  Bruno Perolio, quella sì,  è ricchissima di allori e fra questi spiccano i campionati Italiani ciclocross vinti nel 76 e nel 77.

Foto

Cellio, aiutato da una cinquantina di veri appassionati  e fra questi anche gli uomini del G.S. Valle Cellio,  l’Amministrazione Comunale, la Pro Loco e la splendida logistica offerta dalla parrocchia  S. Lorenzo , raduna per la dodicesima tappa del Master Sport & Sports oltre centotrenta amatori  che si sfidano su un percorso davvero spettacolare dove per emergere devi essere davvero completo, come per esempio Carmelo “Cow Boy” Cerruto che per andare in giro con quelle gambe dovrebbe richiedere il ... porto d’armi e anche oggi realizza il miglior tempo assoluto ma attenzione a Federico Manenti che fa capolino nel grande giro e si colloca al secondo posto assoluto e si fa vedere, come pure Davide Mariani e  l’airon man Nico Valsesia.

                                     Foto

Bello ancora una volta, il biglietto da visita con il quale si presenta al banchetto dei gentleman il tiratissimoLuciano Pomella, il suo viso scavato e i suoi   muscoli delle gambe che sembrano esplodere ci  … dicono che è preparatissimo  e se ne accorgono anche Massimo Valsesia e Attilio Bedogni  che per ora corrono in difesa in attesa dei primi caldi che potrebbero scompaginare la condizione di parecchi amatori ma non quella del cadettoFederico Bianco, capace di giocarsi tutte le sue “fiches” e infliggere una quaresima di ritardo ai pur bravi Morari Vasile  e Andrea Toniati. Nello sport di oggi non c’è posto per i rimpianti e per i ricordi, neanche se porti un  nome importante come quello di Luca Finotti , ex professionista, perchè per  primeggiare anche negli amatori devi far girare la bici come una biglia impazzita di un flipper  se puoi battere gente della forza dei senior  Fabio Bruno e soprattutto Marco Colombo. Oggi , il ragazzo di Adria è stato perfetto e la dedica a fine gara è tutta per la sua bimba Gloria, la sua vittoria più bella. Lo stato di forma di Alessandro Fumagalli è davvero super  in questo periodo della stagione e il distacco di oltre sei minuti dai più immediati inseguitori, Davide Fornara e Mattia Torraco  sono lì a dimostrarlo e la giovane moglie, appartenete  alla  famosa dinastia dei Valzer di Macugnaga è li ad attenderlo con la digitale in mano e una bimba nel  grembo.

 Foto

Riuscirà qualcuno dei super “B” a battere quel Matteo Petrucci che  ha  … contaminato la categoria? La vediamo davvero dura, forse potrebbe riuscirci Aldo Celmi, oggi secondo ma attardato da noie meccaniche, non certamente Fausto Bellotti e Gregorio Sottocorna che su percorsi da cardiopalma come questo di Cellio sembrano … orsi  in cristalleria. Il super “A” Lucio Pirozzini oggi come oggi è l’amatore più popolare e competitivo di tutto il panorama e l’esperienza non gli fa certo difetto, certo, a volte buca una gara, come domenica scorsa a Boleto ma, la sua reazione è da terminator e farne le spese sono i suoi compagni di squadra Giuliano Garlaschè e Aldo Allegranza. Appuntamento con la vittoria anche per il longilineo debuttante Fabietto Begogni ( ma quando taglia il pelo delle gambe?) che puntualmente arriva carica d’emozioni e profumata dai fiori che appena giù dal podio dona alla mamma , cosa che farebbero  volentieri anche Filippo Negro che chiude la gara a poco più di un minuto e Daniel Sartore poco più in là. Vittoria sacrosanta anche per il piccolo uomo Alessandro Viaretti ( Prim. 2) che s’aggrappa al suo orgoglio per domare un ottimo Gabriele Romanò e Michelino Gelli mentre un imperterritoRobertino Sartore continua a mietere successi scrivendo belle pagine di ciclismo giovanile insieme ai suoi amici - avversari Thomas Beltrami, Jacopo Barbotti , Gabriele Miazza e Nicolò Tumiati che prima si tuffano sul tavolo del ristoro e poi inseguono un pallone sul campetto di calcio nella location della gara. Chiude la saga delle vittorieBarbara Piralla perché aveva più birra in corpo e soprattutto nelle gambe  e per Kathrin  Oertel , Monica Grendene e Stefania Trezzi siamo al … si salvi chi può e non sarà facile per nessuno arginare questo  tzunami . Anche questa bella gara viene archiviata sotto la dicitura successo  sotto gli occhi compiaciuti del Dott.Melchiorre Stocchi e Francesco Senatore , Presidente del Velo Club Valsesia Il Picchio che ha avuto parole di sincera gratitudine per  chi , come la Sigma Supermercati,  F.lli Leoni,  Tecno Computer e  Team Locca e il fiorista Ratto,  hanno saputo sopportare e supportare , con una  gentile collaborazione una cos’ bella esperienza sportiva.


Carmine Catizzone