Home » Gare » MB MARCELLO BERGAMO CUP 2015 » CANDELO 5/9/2015

CANDELO 5/9/2015

A PIERMARTERI LA GARA DELLA SAVANA BIELLESE

A PIERMARTERI LA GARA DELLA SAVANA BIELLESE

 

Nella “savana biellese” della Baraggia di Candelo si sono ritrovati in 123  tra gazzelle e leoni a contendersi  le vittorie  della 20^ tappa del Master MB Marcello Bergamo Cup e ognuno di loro aveva una buona ragione per correre forte ma il miglior tempo assoluto lo ha registrato il famelico veterano di Cassano Magnago Alessandro Piermarteri che con lo stratosferico tempo di 1h, 4’ e 47” ha avuto ragione di un immenso Domenico Agostinone e il sempre competitivo Graziano Bonalda che come Salva Giampà, oggi 4°, sono sempre innamorati della suite del ciclismo nostrano targato Acsi Settore Ciclismo. Torna a vincere anche lo junior Manuel Ballini in virtù di una tattica di gara accorta con la quale ha saputo imbrigliare l’esuberanza fisica  dello scatenato Luca Anastasi che lo ha  impensierito fino al traguardo ed è per questo motivo che la vittoria di Ballinetor acquista una valenza speciale. Bella ed entusiasmante la performance del senior locale Ivan Nicco che ha saputo portare le sue energie migliori fino al suono della campana che segnala l’ultimo giro per poi allungare perentoriamente  e confezionare una quarantina di secondi  di vantaggio su Andrea Perini e Luca Cuffia. Terza vittoria ( su sei gare) del gentleman Corrado Cottin che è sempre più innamorato del suo lavoro e del suo ciclismo fatto di rinunce e sacrifici ma poi, vittorie come questa di Candelo ci dice convinto-  ti fanno dimenticare i sacrifici e dopo aver elogiato i suoi diretti avversari Massimo Manchisi e Andrea Martini, dedica la vittoria alla gentile consorte che lo segue come un’ombra. Il primavera Bum Bum Ballini? Pronti via scatta come una molla e già nei primi 500 metri di pianura stacca tutti e s’infila in discesa facendo  scintille come una girandola e poi si esibisce in una scarica di scatti che mandano in visibilio Giuseppe Nizzola e tutta la Ca’ di Ran , il tutto impresso nella Canon  di mamma Emanuela che ha prodotto scatti anche per Matteo Revelchione e Biagio Borella. Ancora una volta la gara di Lucio Pirozzini, super gentleman “B” in maglia iridata, profuma d’impresa per l’ennesima vittoria priva di sbavature. L’alpino di Macugnaga , direttore sportivo di se stesso che sa  come e quando caricare d’intensità , trionfa da par suo e quando lo speaker Luca Caputo annuncia l’arrivo di Franco Bertona e Giovanni Roncon , il buon Lucio è già sotto la doccia. Anche tra i cugini super gentleman “A” la vittoria di Aldo Allegranza è da 10 e lode. Il brillante portacolori dell’Auzate MRG oramai ha un solo chiodo fisso in testa: tornare l’atleta forte, grintoso e vincente che è sempre stato e ora che è libero di … testa riesce a scatenare tutti i suoi cavalli che né Claudio Facchini né Marco Ciccardi riescono a imbrigliare. Soddisfatta della propria gara anche la beneamina di casa Monica Grendene ( donne B) che scatena una sventagliata di applausi  di tutti i presenti per aver saputo battagliare con la presidente Daniele Cornale e l’imprenditrice Stefania Trezzi. Le altre vittorie vanno alla portoghese (donne “A”) Ana Isabel Costa Pinto e al debuttante Niccolò Rovano che ancora una volta dimostra di avere un grande potenziale abilmente plasmato dal maestro Armando Campesato.Ottimo come semprel'operato della ASD Amici del ciclo col presidente Stefano Tomasi soddisfattissimo di far parte del gruppo di lavoro di chi scrive e di Gianni Riconda che in fatto di organizzazione non hanno nulla da invidiare a nessuno.

 

CARMINE CATIZZONE