Home » MB BERGAMO CUP 2018 » BORGO D'ALE 29/9

BORGO D'ALE 29/9

BALLINETOR CHIUDE IN BELLEZZA

BALLINETOR CHIUDE IN BELLEZZA - MASTERCROSSMTB

BALLINETOR CHIUDE IN BELLEZZA

Il team Pedale Pazzo di “Caterpillar” Gianni Riconda chiude , come da tradizione, il master Mb  Bergamo Cup e suggella ancora una volta un successo consolidato in un clima festaiolo e rilassato dove non mancano mai colpi di scena ed emozioni che arrivano dritti al cuore  scaturendo anche lacrime di gioia pura, come quelle di Nonno Armando Campesato, un ambasciatore dello sport che ha scelto Borgo D’Ale per dare l’addio al ciclismo pedalato attorniato dall’affetto dei  “suoi” ragazzi e dalla sua dolcissima consorte che per l’occasione ha preparato  fiumi di vino d’annata, torte e pasticcini che hanno deliziato i palati dei centoventi iscritti e dei loro accompagnatori stimolati sapientemente dallo speaker Fabrizio Gulmini.  Zio Poletti posiziona i tappeti elettronici alla Madonna della Cella e puntualissimo come un Bulova aziona i computer  al passaggio dei veterani che partono dal primo box, i due più forti di categoria, Alex Piermarteri  ( v1) e Sergio Viola ( v2) impiegano si e no un km per trovare … l’accordo, via insieme per una crono coppia e dietro si salvi chi può, non avevano però fatto i conti col terribile e scatenato Manuel Ballinetor che, sotto lo sguardo compiaciuto della sua splendida morosa e  partendo dal terzo box  con un handicap di tre minuti, li riacciuffa nel finale di gara  mettendoci  tanta qualità e intraprendenza e una volta arrivati sotto il gonfiabile griffato Mb Bergamo rimane educatamente in scia dei due veterani  per … non disturbare . E’ una parate di stelle ,  tutt’e tre con le mani alzate in segno di vittoria.  Anche il gentleman 1 Carmelo Cerruto ha corso da protagonista, ricacciando in purgatorio Roberto Radaelli e Claudio Luccardini a espiare tre minuti di peccati, tanto è il distacco inflitto dal Cow Boy  sotto  i flash di Giuliana Buschini. Hanno sfruttato bene le loro chance i forti senior Alessandro Tonello ( S1) e Richy Ornaghi ( S2),  giovani predatori  dal rapportone  facile e dalle teste sopraffine che hanno saputo schaccherare  molto bene ritmo, potenza e resistenza per schiantare  i loro validi avversari, esercizio che è riuscito molto bene anche al gentleman 2 Eugenio Cossetto che da buon muratore alza un muro tra se,  Giunluigi Leo e Walter Casalegno. La vittoria del super B Matteo Petrucci è di quelle da custodire nell’album dei ricordi, una di quelle che racconterai volentieri nei circoli sportivi, sette minuti al secondo classificato che è proprio Armando Campesato, stordito da tanta attenzione nei suoi riguardi per l’addio alle corse  ma che seguirà ancora i suoi ragazzi magari con una E-Bike perché deve insegnare loro sia l’uso dei rapporti che quello del rispetto, perché –dice convinto- in corsa non si è  nemici , ma avversari.  E questo super A dalla barba incolta da dove arriva? Questo si domandava Giuliano Garlaschè quando dopo il traguardo,  il micro chip segnala che tre minuti prima è arrivato Guido Cagnetto. Certo, non lo conosciamo neanche noi, del resto è alla sua prima gara nel nostro circuito Mb Bergamo, ma da come pedale è tosto, un vero … cagnaccio. Nei rampolli debuttanti, assente il cannone Bum Bum, avanzano le mitraglie, tutte della Fulvia Pagliughi, come a dire che gli insegnamenti di Armando Campesato  sono messe  in pratica,  primo Eric Verdoia, secondo Danilo Alemanno e terzo il nipote d’arte Marco Campesato. Se nell’emisfero rosa , Lauretta Vecchio  (donna A) non ha avuto nessun problema e vince serenamente, fra le donne B s’è registrato un duello al cardiopalma tra la leader di categoria Kathrin Oertel  e Maria Elena Belfiore e alla fine solo un  amen le separano sotto il tabellone dei giudici di Carlos Nicolello, vince Maria Elena Elena Belfiore e finalmente può sfoggiare il suo splendido sorriso alla Nikon di chi scrive. Chiude la saga delle vittorie il primavera e capoclasse Fabio Ramponi. Nel cortile comunale, fra ristori e battute si celebrano le lunghissime premiazioni e  il primo cittadino Pier Mauro Andorno ha parole affettuose per Gianni  Riconda  ricordandogli , fra le altre cose, che tutte le sue iniziative sportive nell’operosa Borgo D’Ale, 2400 anime,  sono … benedette , non fosse altro perché la bici fa bene alla salute, aiuta a prevenire l’infarto, l’ipertensione, l’obesità, l’astenia muscolare e i disturbi del sonno, fanno arrivare a 75 anni in piena forma come dimostra Armando Campesato ed è un toccasana per il popolo di questi master di mtb e ciclocross, gente tranquilla con la famiglia, che lavora, tira la cinghia per arrivare a fine mese e magari nel tempo libero si da fare per gli altri, col volontariato e nel sociale. Grazie Gianni Riconda per la splendida giornata di sport e soprattutto complimenti al maestro di vita e di sport Armando Campesato che abreve di dirà cosa farà … da grande.

Carmine Catizzone

 

TEAM CLUB COLLI EUGANEI ..

TEAM CLUB COLLI EUGANEI .. - MASTERCROSSMTB

CLICCA SULLA FOTO PER LE CLASSIFICHE DI L. FORNASIERO

GUARDA IL NOSTRO CANALE YOUTUBE

MASTERCROSSMTB CHANNEL

NOVENTA NOVENTANA AL 5° ANNO

NOVENTA NOVENTANA AL 5° ANNO - MASTERCROSSMTB

CLICCA SULLA FOTO PER L'ARTICOLO DI L. FORNASIERO

PREMIAZIONI DEL 40° TROFEO CICLISTICO DEL PIOVESE

PREMIAZIONI DEL 40° TROFEO CICLISTICO DEL PIOVESE - MASTERCROSSMTB

CLICCA SULLA FOTO PER L'ARTICOLO DI L. FORNASIERO

CICLOCROSS BORNATE BY BORELLA

CICLOCROSS BORNATE BY BORELLA - MASTERCROSSMTB

CLICCA SULLA FOTO PER L'ARTICOLO DI M. BORELLA

ANGELO LO RICORDIAMO NOI

ANGELO LO RICORDIAMO NOI - MASTERCROSSMTB

CLICCA SULLA FOTO PER L'ARTICOLO DI C. CATIZZONE