Home » MB BERGAMO CUP 2018 » BIELLA-OROPA 21/7/2018

BIELLA-OROPA 21/7/2018

A BALLINETOR, ORNAGHI , VIOLA E REBESCHI LA FASCINOSA BIELLA - OROPA

A BALLINETOR, ORNAGHI , VIOLA E REBESCHI LA FASCINOSA BIELLA - OROPA - MASTERCROSSMTB

A BALLINETOR, ORNAGHI , VIOLA E REBESCHI LA FASCINOSA BIELLA - OROPA

Gli Amici del Ciclo del presidente Stefano Tomasi hanno lavorato davvero tanto per la loro creatura dal nome aristocratico e altisonante, la fascinosa Biella - Oropa. Le facce dei circa settanta iscritti che non si sono lasciati intimidire dal nubbrifagio della notte sono rilassate e sorridenti e uno splendido sole illuminava tutta l’ex piazza del macello situata nel cuore di Biella ma, se alzavi lo sguardo verso nord , ai circa 1200 mt di quota delle alpi biellesi dove il grandioso Santuario Mariano patrimonio dell’umanità è adagiato da circa otto secoli , ti accorgevi che una fitta nebbia lo avvolgeva insieme a tutte le cime che lo circondano. Puntualissimi come un orologio svizzero, Stefano e Marta , rampolli del gigantesco Gianni Riconda, radunano i grimpeurs per la partenza unica. Sedici i chilometri da percorrere e circa mille mt il dislivello e già al passaggio del Bellone e del sentiero della Valdornina, i sorrisi dei corridori si trasformano in smorfie, il sudore segna i loro visi per nulla rilassati, qualcuno comincia già a smadonnare, altri forse pregano, qualcun altro ancora comincia ad attaccare deciso, è il caso dello junior Manuel Ballinetor e del senior 2 Richy Ornaghi che stanno correndo un grande master, al suggestivo passaggio del trenino sono uccel di bosco, Ballinetor realizzerà il miglior tempo assoluto dominando su S. Partenope e il rientrante F. Bianco, mentre Ornaghi ha la meglio su un bravo Andrea Mora e un tenace A. Longo. E’ bastato qualche scatto, anzi, qualche rasoiata al senior 1 Denis Cantone per materializzare una bella e convincente vittoria. A volte l’argento è il colore del rimpianto, quello di non essere riuscito a salire sull’ultimo gradino che porta all’oro ma, se il gap è di oltre tre minuti , come certifica la classifica redatta da zio Renato Poletti al nome di Adriano Bellè, allora c’è da fare i complimenti al vincitore che oggi è stato un grande Mauro Rebeschi (veterani 2) che meritatamente guida la generale con 140 punti di tranquillizzante vantaggio. Stesso identico discorso e vantaggio del veterano 1 Sergio Viola che batte il dottor Antonio Mazzuero e …vede la vetta anche nella generale. Il gentleman 1 Girelli Costantino francamente non lo conosciamo e del resto è alla sua prima del master e ci ha piacevolmente sorpresi quando sul ciottolato del piazzale dov’erano posti i tappeti elettronici lo abbiamo visto arrivare con due minuti di vantaggio su F. Severico e G. Coda Fatin. La mountain bike è riuscita a colmare tutta la sua voglia d’agonismo che sente innata fin da quando ha mosso i primi passi nel girello e Vincenzo Cuccurullo , gentleman 2 , non fa mistero sul fatto che non riesce a fare a meno del ciclismo. Ha tentato di contenerlo stringendo i denti il “nostro” Claudio Biella e per metà gara c’è anche riuscito ma poi ha dovuto lasciarlo andare ed è proprio Biella che sportivamente va a stringere la mano al vincitore in segno di grande rispetto. Che gara , quella del super a Gianni Battani, non era per nulla scontato che avrebbe battuto il capoclasse di categoria e riuscirci lo riempie di gioia ma il numero eclatante lo ha compiuto il super B Aldo Allegranza che s’impone su Matteo Petrucci che il santuario di Oropa lo conosce metro per metro. Vince ma non convince il debuttante Bum Bum Ballini e per la prima volta lo abbiamo visto affaticato, pesante e stanco e realizza …solo, il decimo tempo assoluto, nulla di chè, ma del resto anche Peter Sagan se non si allena diventa un comune mortale. Fiori e applausi anche per il primavera Fabio Ramponi e per le donne Sabrina De marchi e Kathrin Oertel . Termina con un gran ristoro e un’ottima premiazione questa fascinosa e storica prova al cospetto del Santuario di Oropa fra i più visitati al mondo, chi c’era ricorderà a lungo questi pazzi Amici del Ciclo, per la loro serietà professionale, per la loro passione e la loro allegria, a noi la soddisfazione di aver intuito che questo gruppo ci avrebbe dato grandi emozioni e, ne siamo convinti, ci regaleranno ancora grandi organizzazioni , a cominciare dal 2 Settembre quando scenderanno in campo a Candelo, nella savana biellese. E infine le belle e sentite parole del Pres. S. Tomasi:” I miei alfieri non hanno mai perso l’autostima e credono sempre in tutto ciò che facciamo, ringrazio pubblicamente l’immenso Roberto Osti, senza di lui non ci sarebbe questa classica, poi Fabio Tomasi ( ragno zoppo), Paolo, Mario, Marco Cortesi, Simona Mastarone, Alberto, Diana, Simona Guzzardi, Erica Passarella, Luciano Dabenini e il deux  machina Daniele Drigo senza dimenticare il Comune di Biella per il patrocinio, l’assessorato allo sport, l’Ente Aree Protette del Ticino e del Lago di Oropa e infine il Centro Polivalente Multietnico per la sala delle iscrizioni”.


Carmine Catizzone

PRANZO SOCIALE DELLA S.C. PADOVANI

PRANZO SOCIALE DELLA S.C. PADOVANI - MASTERCROSSMTB

CLICCA SULLA FOTO PER LE CLASSIFICHE DI L. FORNASIERO

GUARDA IL NOSTRO CANALE YOUTUBE

MASTERCROSSMTB CHANNEL

IL PEDALE COMITESE FESTEGGIA 20 ANNI DI ATTIVITA'

IL PEDALE COMITESE FESTEGGIA 20 ANNI DI ATTIVITA' - MASTERCROSSMTB

CLICCA SULLA FOTO PER L'ARTICOLO DI L. FORNASIERO

ANGELO LO RICORDIAMO NOI

ANGELO LO RICORDIAMO NOI - MASTERCROSSMTB

CLICCA SULLA FOTO PER L'ARTICOLO DI C. CATIZZONE