Home » Gare » CRITERIUM PALZOLA 2014 - 2015 » BELGIOIOSO 6/12/2014

BELGIOIOSO 6/12/2014

SORRIDONO BALLINI, COLOMBO E BORINI

SORRIDONO BALLINI, COLOMBO E BORINI - MASTERCROSSMTB

SORRIDONO BALLINI, COLOMBO E BORINI

 

Affidare ad un organizzatore come Mariolino Rovida il compito di organizzare la 7^ tappa del Criterium Palzola è la cosa più saggia e logica che si possa fare. Le sue organizzazioni non solo mai banali e quei ponticelli in legno con tanto di passamano, costruiti per l’occasione sui cordoli in cemento per mettere tutti in sicurezza, sono lì  dimostrare la sua serietà professionale, insomma , un fiore all’occhiello del laborioso comitato pavese gestito con sagacia e passione  da Giuseppe Ferrari, un uomo che vive e si nutre di ciclismo da quando ha cominciato a muoversi nel girello. Partono i gentleman e subito Angelino Borini e la rivelazione del nuovo ciclocross Marco Locatelli si portano in testa, con loro Sua Maestà Davide Bertoni che preferisce partire  a fari spenti quasi per non disturbare. Passano i giri e il duo Borini/ Locatelli cominciano a fare sogni stupendi ma, a due giri dalla fine la  solita  irresistibile e  devastante rasoiata di Re Bertoni fa molto male e in una sola tornata guadagna venti secondi che diventano quaranta quando taglia il traguardo ma, sia Borini che Loca-Loca, arrivati dietro , possono dire di aver corso una bella gara. Discorso diverso  invece per i Super “A” dove ad andarsene già dal via sono i due più estrosi  personaggi del circo Palzola: Licio Gelli e Marco Ciccardi, detto  ul Cicca! Tira forte Gelli  e ul Cicca lascia fare, sa bene che sul finale Gelli ha quasi sempre un calo e infatti a due giri dalla fine il claunesco Ciccardi lo salta per esibirsi poi in uno dei suoi arrivi simpatici con la bicicletta a tracolla che ancora un po tira giù … il gonfiabile, poi Gelli e Aldo Allegranza.  Categoria a trazione Pirozziniana quella dei super “B” che non difetta certo di personalità ma, quando si presenta ai nastri di partenza Lucio, l’alpino di Macugnaga, si lotta per il podio meno nobile perché quello più prezioso è già prenotato. Anche a Belgioioso è così e il copione è sempre il solito, fuga solitaria e vittoria che bacia  Pirozzini,  poi chi c’è c’è, oggi Matteo Petrucci e Rino Tavani. Nell’emisfero rosa i bonus sono finiti. Non rimane che vincere, per se stessa, per i suoi fans, per la sua squadra che non a caso si chiama “Raglia Team” per la tenacia che è propria di Cristina Cortinovis  ( donne “A”) che si esibisce in una splendida crono-coppia con la Daniela Di Prima ( donne “B”) e alla fine  arrivano insieme dopo aver fiaccato le resistenze  delle pur brave  Silvia Bertocco per le mademoiselle,  Lucia Rossi e Paola Cantamessa e Clara Perletti per le dames.

La gara dei giovani è vissuta su dei monologhi  di livello altissimo. Parte per prima la categoria Junior e subito  Manuel  Ballinetor  prende il largo. Una ventina di secondi già al primo passaggio è il suo tesoretto, dalle retrovie radio corsa annuncia l’arrivo di un fulmine di verde vestito, è il campione regionale Marchino Colombo che come Ballini è solo, vanamente inseguito da Davide Pagliano. A metà gara l’aggancio, Colombo e Ballini sono insieme , come due bravi compagni di squadra ( il prossimo anno correranno con la stessa divisa, la Ca’ Di Ran), cambi regolare e dietro si scava  un abisso dal quale emerge la sagoma del grande Orlando Borini  che s’accoda al suono della campana, una passerella il giro finale e siccome vincono tutt’e tre , arrivano insieme fra gli applausi convinti del numeroso pubblico. Le altre vittorie se l’aggiudicano il debuttante Mike  Gelli e il primavera Simone Ballinetor, uno sterminatore!

Ottima come sempre la premiazione che il Velo Club Belgioioso di Mario Rovida manda in scena sotto gli occhi compiaciuti di Giuseppe Ferrari che si tuffa anima e corpo nel nuovo corso del suo comitato e ci invita a tornare col Criterium Palzola anche il prossimo anno.

 

Carmine Catizzone