Home » MASTER CSAIN DI CICLOCROSS » BELGIOIOSO 19/1/2020

BELGIOIOSO 19/1/2020

IL CASTELLO DI BELGIOIOSO … CORNICE TRICOLORE CSAIN

IL CASTELLO DI BELGIOIOSO … CORNICE TRICOLORE CSAIN - MASTERCROSSMTB

 IL CASTELLO DI BELGIOIOSO … CORNICE TRICOLORE CSAIN

Dopo aver corso in lungo e in largo un'esaltante Master Csain di ciclocross, c’era da organizzare il Campionato Nazionale e quest'anno l’incarico è stato assegnato al vulcanico e capacissimo organizzatore Mario Rovida, un uomo che in fatto di esperienza e capacità organizzativa non ha nulla da invidiare a nessuno, del resto,  la sua storia parla per lui. Ed eccolo, come in un film,  lo spettacolo andato in scena a Belgioioso  con una  location che ti toglie il fiato come quella del settecentesco Castello Visconteo messo a disposizione dall’attenta amministrazione comunale  col vice sindaco Claudio Piazza che  incita e applaude i protagonisti delle avvincenti gare e poi, con addosso il tricolore, premia tutti.

I primi attori a recitare la parte dei protagonisti sono stati i giovani che hanno dato sfoggio della propria bravura, sottolineata dagli applausi convinti del numeroso pubblico che ha accolto con un’ovazione l’arrivo, dopo un’esaltante e asfissiante cavalcata solitaria,  il veterano 2 Lele Tacchinardi. Ottima anche la performance del senior 2 Francesco Barbazza, anche lui in fuga fin dalla prima curva, esercizio atletico che ha mandato in delirio The President Graziana Antoci, evidentemente il cambio di casacca e di ente gli ha dato nuova linfa e nuovi stimoli. Il veterano 1 Claudio Rizzotto scrive a caratteri cubitali il  proprio nome guardando tutti dall’alto in basso anche se Alfio Segnati ha cercato con caparbietà di arginarne la furia agonistica. Una vittoria pesante anche quella del senior 1 Gabriele Domini che ha penato parecchio per spezzare la resistenza di Stefano Valsesia ma anche lo junior Marco Canedoli si cala nei panni del protagonista vincente per aver avuto la meglio, dopo una strenua battaglia, su Manuel Foresta e Raffaele Pionna.

Uno sfavillante Pantaleo Bray spezza la concorrenza della sua categoria, quella dei super A, e porta in trionfo la sua prestigiosa maglia rosso-nera della Dotta Bike. Gli ultimi a cadere sotto i colpi dei suoi pedali sono stati Antonio Scanziani e Salvatore Gelli che hanno  venduto cara la pelle. Bellissimo acquisto dell’emisfero Csain che tessera il longilineo gentleman 2 Eugenio Cossetto, il quale onora il passaggio con una gara perfetta, corsa col cuore e in solitaria e indossa una maglia di prestigio al cospetto di gente forte e preparata come Marco Vacchini e Max Zappa. Onestamente non conosciamo il vincitore dei gentleman 1 Roberto Ciocca ma, conosciamo bene il suo Presidente Italo Bianchini, uomo generoso, lavoratore  e malato di ciclismo che ha applaudito il suo pupillo ma anche chi come Massimo Salone e Riccardo Barbero che inseguivano caparbiamente. Altra soddisfazione per lo scatenato super B Pierluigi Scorbatti che si prende ancora una volta il lusso di anticipare una leggenda vivente come Claudio Guarnieri e Giancarlo Sommariva. Il colore green è quello che più ama la Bilake di patron Max Curioni, una delle pochissime ASD che curano il vivaio giovanile e lo dimostra la classifica dei primavera e dei debuttanti, tutti della Bilake che ovviamente porta a casa due maglie tricolori ad opera di Alex Tonati (debuttanti) e Fabio Mungo (primavera) per poi affidare ai social tutta la soddisfazione e gratitudine ai suoi ….monelli! La palma delle più brave ancora una volta se la aggiudicano le due “nostre” madrine: Laura Vecchio, più forte anche di una caduta e Rosella Bazzarello che mette la ciliegina su una stagione a dir poco esaltante. Appena il tempo di sbaraccare le scenografie e la Coadiutrice Nazionale Elisa Zoggia  chiama tutti nello storico salone del castello e dopo aver portato il saluto del Presidente Luigi Fortuna e del Responsabile Nazionale Biagio Saccoccio, ringrazia tutti per lo spettacolo offerto e quando il microfono passa nelle sapienti mani di Mario Rovida non poteva certamente mancare un pensiero stupendo ai suoi cari amici che come lui amavano il nostro sport e in sede di premiazione, sono stati ricordati, con un brivido commovente fino alle lacrime, i suoi amici ciclisti scomparsi Giulio e Cesare Guizzi, Carluccio Scarini, Cesare Mascherpa e Giuseppe Ferrari alla presenza dei loro familiari che ricevono un omaggio. Poi le vestizioni, effettuate sulle le note dell’inno di Mameli dall’ex maglia rosa “Brontolo” Andrea Noè e dei Delegati Provinciali Luigi Mantovani e Gianni Riconda, il Presidente Provinciale Csain VCO Luca Buarotti, l’infaticabile Carmine Catizzone e per la provincia di Novara Antonio Aldi che fa le veci dei referenti provinciali.

I Campioni Nazionali Csain di Ciclocross sono:

Barbazza Francesco (Gc 95 Novara), Tacchinardi Gabriele (Bike & Run Crema), Ciocca Roberto (Autofficina Italo), Cossetto Eugenio (Cicli Tessiore), Bray Pantaleo (Dotta Bike), Sommariva Giancarlo (Speedy Bike), Vecchio Laura (Agrate Conturbia), Bazzarello Rosella (Team Media Bike), Fabio Mungo (Bilake), Segnati Alfio (Team Finotti), Domini Gabriele (A.P.D. Pessionese), Foresta Manuel (Gc Varzi) e Alessandro Tonati (Bilake)

Mario Rovida ci tiene a dire, a microfono aperto, che il gioco di squadra vince sempre e se questo evento è stato possibile lo si deve alla fattiva collaborazione di molti, in primis di Campus Acque Pavia, Riso Principe, Vini Colombi e Amministrazione Comunale. Chi orecchie per intendere intenda….

Carmine Catizzone

GUARDA IL NOSTRO CANALE YOUTUBE

MASTERCROSSMTB CHANNEL

GRANDE SUCCESSO AL CAMP. ITAL. DI S. EUFEMIA

GRANDE SUCCESSO AL CAMP. ITAL. DI S. EUFEMIA - MASTERCROSSMTB

CLICCA SULLA FOTO PER L'ARTICOLO DI L. FORNASIERO

PEDALE BORDIN A TUTTA CARICA

PEDALE BORDIN A TUTTA CARICA - MASTERCROSSMTB

CLICCA SULLA FOTO PER L'ARTICOLO DI L. FORNASIERO

L'ASD SC STRA ALPE SI RINNOVA

L'ASD SC STRA ALPE SI RINNOVA - MASTERCROSSMTB

CLICCA SULLA FOTO PER L'ARTICOLO DI L. FORNASIERO