Home » Non solo master » AMICIZIA E COMMOZIONE A MACUGNAGA

AMICIZIA E COMMOZIONE A MACUGNAGA

AMICIZIA E COMMOZIONE A MACUGNAGA - MASTERCROSSMTB

Ogni primo sabato di Luglio è una data che i “ragazzi speciali” della A.F.P.D. e i simpaticissimi ragazzi dell’ associazione “Più di 21 Down”  si segnano in  rosso sul calendario perché, come da tradizione, godono di un bel gesto che gli sportivi dell’Udace e alcuni amici sensibili regalano loro . Per tutti questi ragazzi e anche per noi, è un’esperienza significativa sotto molti punti di vista. Cominciamo col dire che sbaglia chi crede che siamo noi a … dare loro qualcosa. In  realtà sono loro che ci danno tantissimo in termini d’affetto e d’amore  e questi momenti forti  d’amicizia sincera che  rendono ancora più coeso il gruppo di persone sportive, operatori, volontari , familiari e … ragazzi speciali”. Qui a Macugnaga non c’erano  in palio né coppe  né trofei  ma semplicemente un’occasione di condivisione di una giornata serena nella quale si può vedere all’opera una delle squadre più rinomate del panorama nazionale , la Garbagnatese, che ha sbalordito tutti anche questa volta con trenta volontari che hanno cucinato, servito, lavorato e gioito dandoci tutto l’appoggio morale di cui c’era bisogno. Fra una portata e una risata c’è stato spazio per ringraziare apertamente alcune persone che hanno reso possibile questo piccolo miracolo e fra queste spiccano per altruismo e sensibilità Roberto Borgo, Alessandro Cardi, Mario Mattiolo, Davide Bionda, Antonio Garbo, Claudio Giudici. Il  Presidente Marcello Crespan, visibilmente commosso, ha riservato parole d’elogio per chi scrive e la “sua” Garbagnatese per aver ancora una volta creato i presupposti di una giornata esemplare che fa la differenza che né i ragazzi disabili, né il nostro ente Udace potrà mai dimenticare. Quando la giornata volgeva al termine s’è registrata una graditissima sorpresa: gli Amici corno delle Alpi, discendenti Valser, con le loro trombe lunghe oltre tre metri, hanno voluto  deliziarci con un piccolo concerto tutto per poi e poi posare per le foto ricordo fra gli applausi di tutti i presenti. Prima di rientrare c’è tempo di donare ad ogni ospite dei piccoli doni fra i quali spiccano le vaschette di formaggio che molto carinamente la Palzola ci fa fatto pervenire ma, il culmine della commozione  s’è registrato quando il poeta Sottocorna ha fatto leggere una poesia maledettamente “vera” che esaltava il personaggio Nadia Zorze, una collaboratrice del centro che si occupa dei ragazzi come fossero suoi figli che ha scaturito  applausi e interventi dei ragazzi  che ancora una volta certificano che questi momenti  sportivi/solidali  non sanno solo di sano divertimento , ma profumano d’amicizia, attaccamento, passione vera , profonda e cristiana e il seguito di questo romanzo vedrà in cabina di regia Gregorio Sottocorna  che sabato sedici Luglio organizzerà una mini crociera sul lago Maggiore con il ricavato della sua raccolta di poesie : Il Condor due!

 

Carmine Catizzone

 
[an error occurred while processing this directive]