Home » Gare » CRITERIUM PALZOLA 2013 - 2014 » ALBONESE 24/12/2013

ALBONESE 24/12/2013

CORRADINI, BALLINETOR E BERTONI GIGANTEGGIANO AD ALBONESE

CORRADINI, BALLINETOR E BERTONI GIGANTEGGIANO AD ALBONESE - MASTERCROSSMTB

CORRADINI, BALLINETOR  E BERTONI , TRE GIGANTI AD ALBONESE


La new entry nel nostro circuito posta alla vigilia di Natale, voluta dalla Società Albonese Mapei Bike Delu, sponsorizzata dal Comitato Acsi di Novara di “brontolo” Alberto Filippini e inserita tra le prove, la undicesima, del Palzola a calendario già stilato non ha tradito le attese. Soprattutto per la qualità dei partecipanti che hanno risposto all’appello.

 

Fabio Alberti, il Presidente della Società lombarda, coadiuvato da Giancarlo Menichini, da Patrizia Sarolli e da altri collaboratori si sono dannati l’anima per trovare un percorso “fattibile” tra le risaie della Lomellina, e con la pioggia attesa e puntualmente arrivata. Alla fine, anche con i nostri consigli, l’hanno individuato pur se non nei pressi della perfetta “location” come in un primo tempo previsto. Ne è venuta fuori una gara che è piaciuta ai più, condizioni meteo permettendo e ovviamente con quella dose di fango abbastanza prevista. Gara che gli organizzatori hanno definito un successo.

 

In effetti alla vigilia di Natale, con il clima avverso, avere alla partenza 65 corridori tra cui tre maglie Tricolori è risultato davvero importante. E i tre atleti fasciati con la divisa bianco-rosso-verde non hanno smentito le attese. Perentoria l’affermazione nei Senior di Francesco Corradini della Cicli Pengo che si è sobbarcato un viaggio niente male per essere presente ad Albonese, in questo Primo Gran Premio di Natale, e ovviamente con il pensiero rivolto ai prossimi Italiani di Belgioioso. Imperioso il suo ritmo imposto e per il pur bravo Marco Colombo della Cà di Ran la soddisfazione di un secondo posto alle spalle di un grandissimo specialista.

 

E anche il Tricolore di Manuel "Ballinetor" Ballini non ha smentito le attese: una maschera di fango e vittoria nei Cadetti e Junior con quell’autorità che lo contraddistingue se non irrompono incidenti o contrattempi.

 

Barbarella Fanchini, per parte sua, pur non al top della condizione, ha imposto sin da subito un ritmo che nessuna delle altre sei ragazze presenti (le femminucce sono sempre una presenza importante e numerosa alle nostre gare): ci ha provato a reggerlo la Cristina Cortinovis ma non c’è stato nulla da fare. Per la Cri comunque la soddisfazione della vittoria nella categoria A, davanti alla Samy “tsunami” che stavolta sul fango ha mostrato una buona dimestichezza.

 

Nei Gentleman bellissimo il duello tra Marco Vacchini e un ritrovato Massimo Mingoni che si è posto alla ruota dell’avversario senza mai mollarla un attimo. Soddisfatto del risultato nel rettilineo di arrivo ha lasciato via libera all’atleta dell’Avis Pavia, meritatamente vittorioso, concludendo la gara assolutamente irriconoscibile per il fango.

 

Tra i Veterani ecco comparire Davide Bertoni della Planet di Bressana Bottarone: già in gara a Gravellona due giorni prima, ma appiedato da un incidente, l’atleta pavese si è trovato a proprio agio su un percorso da spingere e il pur splendido Graziano Bonalda ha dovuto accontentarsi della piazza d’onore. Davide su percorsi come quello di Albonese va davvero a nozze.

 

Nei Super A assente il dominatore del Criterium, Lucio Pirozzini, ha brindato con champagne d’annata il suo compagno di squadra Aldo Allegranza che praticamente ha fatto corsa a sé. Con autorità. Nei Super B pronostico rispettato con l’affermazione del varesino Vincenzo Vezzoli che pur non a proprio agio su questo tipo di percorso e dolorante ad una gamba ha messo in fila il bravo Mario Cerri e Matteo Petrucci che sta cercando di recuperare condizione per ritornare quel “tornado” dello scorso anno.

 

Due i Primavera in gara. Nicolò Tumiati ha provato a tenere ma è ancora troppo acerbo nel confronto con Simone Ballini che si è imposto con facilità. Tra le Società vittoria della Clamas Team Tergas.

 

Alla fine splendida premiazione allestita da Fabio Alberti e dai suoi collaboratori e Palzola-party “spazzolato” da atleti e accompagnatori. Per una gara che quasi sicuramente verrà ripetuta anche nella prossima stagione.

 

Sergio Robutti

[an error occurred while processing this directive]