MB MARCELLO BERGAMO CUP **2015**

MB MARCELLO BERGAMO CUP  **2015** - MASTERCROSSMTB
CLICCA SULL'IMMAGINE PER ACCEDERE AL REGOLAMENTO E CALENDARIO. 
 

 

0000000000000000000000000000000000000000000000000000

 

 

 

ANCHE AD AUZATE DOMINANO LE FAMIGLIE BORINI & BALLINI

ANCHE AD AUZATE DOMINANO LE FAMIGLIE BORINI & BALLINI - MASTERCROSSMTB

 ANCHE AD AUZATE DOMINANO LE FAMIGLIE BORINI & BALLINI

 

Sotto un diluvio di acqua e nevischio che ha inzuppato all’invero simile tutto lo spettacolare percorso, s’è chiusa la stagione del Master Palzola dei record. Settanta irriducibili guerrieri  si sono presentati, per nulla intimoriti dal maltempo, al cospetto della Filippini Family  per  ribadire in calce che quando il gioco si fa duro i duri cominciano a giocare, gli altri giocano con la play station o vanno all’Ikea. Giulio Moretti, patron organizzatore dello  storico evento, era davvero preoccupato e, per l’incolumità dei partecipanti,  pensava di togliere la discesa con annessa scalinata ma, un po il buon senso e un po le rassicurazioni di chi scrive e di Massimo Valsesia  lo hanno convinto, in fondo  chi corre usa anche la testa, oltre ai freni  e sanno spostare il baricentro sul carro posteriore della bici per evitare  … cappottamenti. La gara, con partenza unica, è stata bella da morire e ha confermato ancora una volta la netta supremazia delle due famiglie d’Italia più titolate a livello amatoriale,  quella dei Borini e dei Ballini, che non si sono accontentati di razziare titoli e campionati ovunque hanno corso, ma hanno voluto scrivere ancora una volta i loro nomi in cima alla lista dei vincitori. Orlando Borini ( veterani) ha fatto quello che ha voluto sul suo compagno di squadra Ivano Favaro e Fabrizio Borella e Angelo Borini ( gentleman) su Virginio Pinato e Corrado Cottin mentre i Ballinetor hanno dominato con lo Junior Manuel  su Marco Barilari e il terribile Bum Bum Simone (Debuttante) sui volitivi Jacopo Barbotti e Biagio Borella. Non pensiamo di sbagliare se affermiamo che il Senior Francesco Barbazza ha corso la miglior gara dell’anno in virtù di una capacità di sostenere un ritmo potente e costante trovandosi a proprio agio nella … piscina di Auzate dove anche  l’esperienza e l’intelligenza del navigato Paolo Bravini hanno dovuto soccombere. Buon terzo posto per  Mauro Benetello. Ma quanto hanno sofferto le otto donne al via? Eppure erano lì a lottare, principalmente con se stesse, poi , già che c’erano fra di loro! Bella la lotta fra la navigata Cristina Cortinovis

(Donne A) e la più giovane , Lauretta Vecchio alla sua prima esperienza nel fango assurdo e per metà gara è stata brava a tenere  la  scatenata Cristina , poi , un po per inesperienza e un po per un urto involontario con un’avversaria in fase di sorpasso l’ha tolta di mezzo e per Cristina è stato un gioco da ragazzi incarnare nel migliore dei modi lo spirito del ciclismo duro e puro, quello che ti infanga in ogni poro ma ti lascia immacolato nell’anima, esperienza che hanno  provato anche Silvia Bertocco , Rossi Lucia,  Paola Cantamessa ( vincitrice fra le donne “B” ), Patrizia Caimi, Clara Perletti ed Elisa Remuzzi che hanno portato a termine  una missione più che una gara. Nulla di nuovo sul fronte super “A”, cambia l’orchestra ma non il cantante che intona sempre la stessa canzone. Stiamo parlando di Lucio Pirozzini  che canta come un usignolo e vittoriosamente da oltre 123 gare consecutive e ad Aldo Allegranza e Giannino Succo non resta che fare il coro. Discorso diverso fra i super “B”  dove a vincere sono in tanti. Oggi è toccato al rientrante Mario Cerri, che prima non voleva partire se non toglievano la scalinata e poi la domina da par suo su Matteo Petrucci e Walter Ricci, mhà, valli a capire sti terribili vecchietti! Chiude la saga delle vittorie il promettentissimo primavera Fabrizio Ricci che coni suoi amici di squadra Franco Specchia e Alessandro Tonati stanno rinvigorendo la categoria spronati da Max Curio che li ha presi in custodia.  Termina la gara e finalmente il Pres. Giulio Moretti  può … sciogliersi e dopo aver ricevuto applausi e incoraggiamenti da tutti,  al microfono di Gianluca Caputo e con la voce rotta dall’emozione, ha parole dolcissime per la sua famiglia che da una vita lo asseconda e lavora per la riuscita delle sue iniziative, e quando nomina la famiglia Borini si commuove davvero: “Senza di loro – dice convinto - non avrei potuto fare un evento del genere, li ringrazio di cuore, e con loro anche Massimo Valsesia e Franco Bertonahanno la forza e il coraggio dei campioni e inoltre sono impregnati di passione che sanno esprimere con la semplicità tipica delle belle persone, ecco il segreto delle nostre iniziative, grazie anche ai miei sponsor che nonostante i tempi grami ci stanno vicini, li voglio nominare uno ad uno: M.R.G., Intercom, Nino Gomme, Cicli Tartaggia, Sabbiature Vibo, Fausto Ferrini e olio Vezza ”. Termina la gara con premi per tutti e vestizione dei campioni provinciali e per chiudere in bellezza Moretti  usa delicate parole anche per chi scrive per l’opera di convincimento, non solo nel non spostare la gara a data da destinarsi  ma anche a tenere inalterato il percorso con la storica discesa e la spettacolare scalinata che ha … ammazzato tutti, daccordo,  ma ha forgiato nuovi terribili amatori che ritroveremo il prossimo anno.

CARMINE CATIZZONE 

 

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

 

Ciao Carmine, oggi ultimo episodio di una stagione di cross, che ho seguito da fuori, come spettatore. Volevo solo dirti che oggi ho visto ad Auzate un vero cross uno dei pochi di quest'anno, vista la stagione, non che gli altri non fossero belli ma perché oggi le condizioni meteo erano quelle di un vero ciclocross, poi il percorso ha fatto anche la sua parte. Io non ho potuto aiutare gli organizzatori in questi giorni, ma so per filo e per segno i sacrifici che hanno fatto in questa settimana e oggi in particolare.. Un grande grazie e un grosso applauso a tutti i 68 partecipanti, anche quelli che prima di partire mi hanno detto " se ci sarà la scalinata nel bosco vado a casa  ed invece poi li ho visti faticare in gara !! Oggi le famose tre "F" c'erano tutte FANGO FREDDO FATICA. Questa mattina alle 8 ho sentito Giulio Moretti il presidente organizzatore, era scoraggiato abbattuto, una notte ad ascoltare l'acqua che cadeva, mi ha detto che dormito un'ora, immagino il suo dolore, voleva rinviare tutto, ma prima io poi tu Carmine e  Filippini lo abbiamo convinto a non abdicare !! Capisco le motivazioni di Moretti sono anni che in occasione di questa gara nevica e piove, e i crossisti son sempre pochi, 68 partecipanti di oggi, contro i 120 di media durante tutta la stagione! Anni di sacrifici per una società piccola che si autofinanzia e si sobbarca di sacrifici economici non indifferenti per automantenersi.

Comunque voglio fare i complimenti e gli elogi a tutti quei DURI che oggi si son presentati alla partenza i giovani e i meno giovani sopratutto le donne e anche al pubblico presente !! Ho visto dopo l'arrivo una ragazzina piangere per il freddo, un'altra che era caduta in una pozza di fango completamente infangata, che comunque erano contente, una che addirittura si è divertita !! Grandi, sentire queste cose fanno piacere e Moretti dovrebbe essere comunque felice per aver organizzato la gara più antica del calendario crossistico d'Italia. Grazie Moretti e grazie a tutti i partecipanti..

 Grazie al prossimo anno..

Massimo Valsesia

 

AUZATE 7-02-2016 AUZATE 7-02-2016 [3.262 Kb]

A CAVALLIRIO SI ASSEGNANO LE MAGLIE DEL CRITERIUM NAZIONALE DELL'AMICIZIA

A CAVALLIRIO SI ASSEGNANO LE MAGLIE DEL CRITERIUM NAZIONALE DELL'AMICIZIA - MASTERCROSSMTB

CAVALLIRIO SALUTA IL 1° CRITERIUM NAZIONALE DELL'AMICIZIA 

 

Alla stesura del calendario del Master Palzola di quest’anno ci rimase un po male Walter Romagnoli, Pres. del G.S. Cavallirio perché la sua gara monumento con quasi cinquant’anni di storia non trovò posto. Per quale motivo? Perché secondo noi non possedeva  più i requisiti necessari di sicurezza con quegli scalini da farsi i discesa e quei  passaggi, spettacolari per chi osservava,  pericolosi  per gli atleti che necessariamente dovevano passare fra le case di cortile col pericolo di finire sul cofano di qualche macchina o in casa del sciur Tonin. Poi una nuova richiesta  con un nuovo inedito percorso da sviluppare nel pratone antistante la palestra comunale, messo in sicurezza da Franco Bertona, Gregorio Sottocorna e Walter Romagnoli in persona ed eccoci qui, a raccontare una bella pagina di sport con nomi illustri in cima alle classifiche. Tutte belle e combattute le gare in programma e fra queste ci piace sottolineare le vittorie di Daniela Di Prima che troneggia su Paolina Cantamesa  e la tri-campionessa  italiana Cristina Cortinovis  che giganteggia su Silvia Bertocco , entrambe tagliano il traguardo con gli occhi gonfi di gioia e le gambe colme di acido lattico per via del percorso che sembrava semplice ma nascondeva parecchie insidie. Lascia fare il gentleman Angelo Borini, s’illudono Cottin e Migliorin ma Borini  sa correre ed parecchio furbo, li lascia sfogare e quando vorrebbero … respirare  lancia due /tre fendenti  che tramortiscono e taglia vittorioso l’ennesimo traguardo con la bandiera delle fiandre che Loca loca gli passa all’ultima curva e dimostra ancora una volta che lo scricciolo può diventare Golia. E l’altro Borini, Orlando? Stessa identica solfa, un copione già visto, un copia e incolla preciso con Vincenzo Crivellari, e Isacco Colombo che in cuor loro ci hanno creduto ma quando l’ex  Guerciotti  attacca fa danni e allora già il podio pare un successo.L’altra famiglia di ciclisti che ci sta regalando fortissime emozioni è quella dei Ballini. Il più piccolo , Bum Bum ha un futuro tutto suo e sforna una vittoria dietro l’altra  e niente e nessuno , per ora, è in grado di arginarlo, il fratellone più grande , lo junior Ballinetor, poche volte perde e anche ieri ha messo in mostra una condizione strepitosa  battendo nettamente daniele Gozzi e Marco Barilari che si consola con la generale del Master. Con piacere notiamo fra i Senior Luca Cappa, ex ottimo dilettante che ha … sentito profumo di professionismo ma,  non avendo santi in Paradiso , ha preferito il lavoro sicuro e ha corso  un’ottima prova terminata al terzo posto e con la catena rotta in mano nella gara vinta da Mauro Benetello su Simone Casagrande e Fabietto Marchisotti. Torna a d azzannare lo Squalo di Mornago alias Vincenzo Vezzoli e lo fa con una prova davvero maiuscola, alla sua maniera, dal primo all’ultimo giro in fuga con Rino Tavani e Matteo Petrucci  che le tentano tutte ma non riescono ad … arpionarlo. I super “A” hanno una brutta gatta da pelare e  sembrano relegati al ruolo di marginali fintanto che con loro parte Lucio Pirozzini. Ci mettono cuore e gambe ma Lucio ha la “botta” che tramortisce e poi, riesce a tenere un ritmo altissimo senza  cedimenti e sembra un cronomen, 4 minuti e trenta a giro, con uno scarto di tre-quattro secondi, praticamente un cronomen e per Sartor e Allegranza e già buona salire sul  podio. Sette i primavera in gara, cinque Bilake e due Hr Team che fanno ben sperare per il futuro prossimo. A vincere è sempre Fabrizio Ricci ma occhio ad Alessandro Tonati, oggi secondo. Sempre brava Lauretta Vecchio, (donne Junior ) che prende sempre più coraggio  spesso corre fianco a fianco a Cris Cortinovis. Nell’ampia palestra comunale vengono chiamati i vincitori del “Criterium Nazionale dell’Amicizia”, master  ideato dal nostro Responsabile Nazionale  Emiliano Borgna  che sicuramente avrà un seguito e a vestire le insegne del primato  sono Zamboni Andrea, Angelino Borini, Vincenzo Vezzoli, Isacco Colombo, Ballarè Marcella, Massimo Caputi, Marco Barilari, Laura Vecchio, Vincenzo Crivellari, Aldo Allegranza, Cris Cortinovis, Daniela Di Prima e Mauro Benetello. Il trofeo  per  la  miglior società invece, se l’aggiudica il Velo club Valsesia che si pone nuovi obbiettivi  e fra questi anche l’occasione di aiutarci ad allestire la festa finale che avverrà domenica 21 Febbraio in quella struttura dove il 16enne Marco Pentagoni entrò senza una gamba e ne uscì con una protesi in carbonio grazie ai ragazzi di ACSI che avranno pure mille difetti ma anche qualche pregio. O no?

CARMINE CATIZZONE

 

PREMIAZIONE MASTER PALZOLA A BORNATE IL 21 FEBBRAIO

PREMIAZIONE MASTER PALZOLA A BORNATE IL 21 FEBBRAIO - MASTERCROSSMTB

BORNATE DI SERRAVALLE .. E' QUI LA FESTA

 

E' stata una stagione esaltante. Diciamolo! Una partecipazione mai avuta prima e nonostante la concomitanza di altri circuiti che ci gravitano attorno. E delle maglie vinte ai vari campionati tricolori vogliamo parlarne? Ben dieci maglie, bissando il successo dello scorso anno, sono finite sulle possenti e rassicuranti spalle dei nostri afecionados per non parlare dei tricolori a staffetta dove il Triveneto è uscito a bocca asciutta tanto che il buon Antenore Scarpetta ha scritto un interessante articolo dal titolo veritiero e crudo: "Zero tituli", e infatti hanno vinto tutto i nostri! Detto questo, ora dobbiamo pensare alla premiazione e per farlo abbiamo pensato che i nostri amatori si meritano una festa nella festa con tanto di catering che possa soddisfare non solo la fame di vittorie. E allora riavvolgendo il nastro delle nostre scene , ci viene in mente che a Bornate di Serravalle s'è corsa una gara titolata con 185 amatori e in quella occasione i "Rapaci" si diedero da fare per accontentare proprio tutti, al resto ci pensò la "nostra" rapacissima Silvia Bertocco e il suo affidabilissimo gruppo del Velo Club Valsesia, lo stesso che di prodigò con noi quando ci fu da aiutare Marco Pentagoni  (impegni permettendo potrebbe anche essere con noi ) che perse una gamba e in quel salone donammo tutte le offerte e le iscrizioni del ciclocross sotto le stelle ideato, voluto, coccolato e sviluppato da Samantha Profumo in collaborazione col Nibbio e guarda caso, ancora una volta con i rapaci del fuoristrada. Insomma, ricordi che s'intrecciano con la voglia di tendere una mano e  aiutare  chi è nel bisogno e che nel nostro variopinto mondo Acsi trova una spalla. A breve comunicheremo i nomi di tutti i premiati e, come promesso, divideremo le categorie senior, veterani e gentleman. 

Programma  Premiazione  palzola il 21 Febbraio a Bornate di Serravalle

Sul Tom Tom digitare via Enzo Ferrari 10

Ritrovo: ore 17.00  Capannone del comitato carnevale detto Ca' del Lanternun

Premi e catering con affettati, penne al Palzola, dolci e bevande.

 

 

OMAGGIO AI NOSTRI CAMPIONI

OMAGGIO AI NOSTRI CAMPIONI - MASTERCROSSMTB

 

OMAGGIO AI NOSTRI CAMPIONI

Un doveroso ringraziamento a Franco Bertona che ha voluto idealmente abbracciare, con questo omaggio fotografico , tutti i "nostri"ragazzi che anche quest'anno hanno dettato legge in occasione del campionato italiano in quel di Garbagnate Milanese. Si tratta di una splendida conferma, se infatti lo scorso anno i campioni sono stati 8 su 11 categorie , quest'anno sono 10 su 13 . Che dire, complimenti vivissimi e, ovviamente, questi nostri atleti riceveranno un premio particolare in occasione della premiazione finale del Master Palzola che qiest'anno non si svolgerà a Orago ma a Bornate di Serrevalle, in ... casa della nostra Silvia Bertocco.