CRITERIUM PALZOLA 2014 - 2015

CRITERIUM PALZOLA  2014 - 2015 - MASTERCROSSMTB
CLICCA SULL'IMMAGINE PER ACCEDERE AL REGOLAMENTO E CALENDARIO. 
 

 

0000000000000000000000000000000000000000000000000000

 

counter

 

A VIGONZA ... CONTENTI E SODDISFATTI

A VIGONZA ... CONTENTI E SODDISFATTI - MASTERCROSSMTB

 

 

Folta partecipazione nel ciclocross a Peraga di Vigonza 

Foto

Vigonza (Pd). Gara di ciclocross a Peraga di Vigonza, per la 4^Coppa Città di Vigonza, imperniata per la 2^tappa del Giro del Veneto. Contenti e soddisfatti i 122 partecipanti per il percorso nuovo e migliorato, ricavato tra lo splendido scenario del parco dei Da Peraga, con servizi, ristoro e per i ricchi premi in palio, con Targa e fiori ad ogni vincitore e premi vari ai piazzati di ogni categoria. Tra i più giovani, Alessandro Gonfiantini (Gc Dossi) ha vinto nei Primavera e Ivan Negretto (Csi Orgiano ha tagliato il traguardo per primo tra i Debuttanti. Nella classifica per società, ha prevalso l'Asd Cicli Pengo davanti a Cicli Rossi e Fimap.

                                                                            Foto

 Si sono viste delle gare molto battagliate, dove la tecnica ha dato scacco matto all'improvvisazione, con alcuni atleti che nonostante l'alto livello agonistico hanno dovuto ammainare bandiera bianca ai ciclocrossisti veri, nonostante il terreno fosse prevalentemente asciutto e il ritmo imposto dai concorrenti fosse al di sopra di ogni altra gara nello sterrato. Sulla distanza sono venuti fuori chi più di tutti saranno i protagonisti per tutta la stagione invernale, da Christiane Koschier, che dopo aver ricevuto un paio di settimane fa l'incauta impallinata sulle gambe da un'imprudente cacciatore, si è rimessa quel tanto che non ha avuto avversarie da poterla insidiare; allo Junior trentino Pederzolli; al portacolori della Cicli Pengo, il Senior Corradini; al Veterano vicentino Schiro; al Gentlemen trevigiano Zanuzzi; all'altro trevigiano Super A, Parro ed al vicentino Scarpetta, che ha vinto tra i Super B dopo un furioso testa a testa con il pluricampione della specialità, Bertoldo.

Foto

E questi nomi li sentiremo nominare per tutto l'arco della stagione ciclocrossistica in corso ed altri ne usciranno fuori quando il terreno si farà fangoso e più duro per le intemperie invernali. Ma è stato bello vedere tutto il loro agonismo profuso in  questo settore ciclocrossistico che aveva avuto un momento di crisi profonda, ma che sembra potersi riprendersi dalla concorrenza del mountain bike.

Finale della manifestazione con una ricca premiazione alla presenza di Giuseppe Andreose, responsabile Acsi sezione ciclismo provinciale. 

Women: 1) Christiane Koschier (Fimap); Sabrina Masin (Cicli Pengo); 3) Lauretta Granzotto (Solighetto); 4) Vanessa Erasmo (Team Ecor); 5) Gina Pantesotti (Cicli Pengo). 

Junior: 1) Angelo Pederzolli (Asd Pederzolli); 2) Alex De Bastiani (Team Pissei); 3) Manolo Canova (Asd Vc Feltre); 4) Mario Chiodon (Cipollini-Giambenini); 5) Michele D'Alberio (Asd Vc Feltre). 

Senior: 1) Francesco Corradini (Cicli Pengo); 2) Riccardo Sartori (TRN Imballaggi); 3) Roberto Azzi (Cicli Rossi); 4) Nicola Rama (Fimap); 5) Simone Peron (Essegì2) 

Veterani: 1) Albano Schiro (Cicli Rossi); 2) Mauro De Rocco (Solighetto); 3) Gabriele Rossi (Cicli Rossi); 4) Gabriele Savio (Torre Vallortigara); 5) Riccardo Cauzzo (Uno Team Cittadella). 

Gentlemen: 1) Renato Zanuzzi (Scavezzon Squadra Corse); 2) Gabriele Fabris (Team 21); 3) Angelo Perbellini (Fimap); 4) Roberto Luisetto (Cicli Pengo); 5) Leopoldo Corrà (Calcestruzzi Mascot). 

Super A: 1) Giovanni Parro (Comprex Cucine); 2) Leopoldo Stagnoli (Cipollini-Giambenini); 3) Marcellino Zanolla (Cicli De Franceschi); 4) Paolo Scapinello (Piombinese); 5) Ottavio Paccagnella (Adventure & Bike). 

Super B: 1) Antenore Scarpetta (Cicli Pengo); 2) Giovanni Bertoldo (Imac Tezze); 3) Giulio Girolimetto (Sant'Anna Elettrosistem); 4) Natalino Sanguin (Tecnoimpianti); 5) Renzo Cristanello (Mobili Moron).

                                                                                                 Livio Fornasiero

IN VAL CERRINA IRROMPE MARCO LOCA

IN VAL CERRINA IRROMPE MARCO LOCA - MASTERCROSSMTB

1° CX della VAL CERRINA, il ritorno vincente di ORLANDO BORINI, la conferma di LUCIO PIROZZINI e la prima di MARCO LOCATELLI

 

La seconda prova di coppa Piemonte di ciclocross 2014 – 15 ci porta nella provincia di Alessandria, più precisamente a Cerrina M.to dove la laboriosa Società del Montalero bike magistralmente condotta da Santo Furlan e la preziosa collaborazione di Virginio Pinato hanno allestito un percorso molto bello di circa 2.5 Km, completamente visibile dal numeroso pubblico presente che si è molto divertito nell’assistere alle evoluzioni dei numerosi ciclocrossisti che si sono dati battaglia per la vittoria.

Partono per primi i gentleman e subito Angelo Maruca si mette al comando inseguito da Giancarlo Pagani, Attilio Montagner, Massimo Salone, Marco Locatelli, Virginio Pinato, Davide Visentin e via via tutti gli altri.

Maruca resiste al comando per quasi 2 giri, fino a quando Locatelli trova il ritmo giusto e, di rimonta, si porta decisamente in testa allungando man mano per correre in solitaria fino alla meritata vittoria.     Con lui sul podio ci vanno Pinato e Visentin che riescono a staccarsi dal resto del gruppetto di inseguitori.

Ad un minuto partono i superg A e qui assistiamo alla gara più incerta di giornata.

A darsi battaglia sono il torinese Oto Batilde ed il valsesiano Claudio Biella. All’inizio pare che Biella possa ripetere la gara solitaria di Villareggia ma Batide non gli concede spazio, si piazza alla sua ruota ed il duello fatto di sorpassi e controsorpassi, tentativi di allunghi ha inizio e si protrae fino all’arrivo dove, in volata, Biella supera Batilde. Tra i due, alla fine, un abbraccio, una calorosa stretta di mano e i meritati applausi del pubblico presente.

Quest’anno i superg B hanno un dominatore designato, tale Lucio Pirozzini che, quando attacca il numero sulla schiena, costringe “gli altri” a lottare per il secondo posto.     Pirozzini parte fortissimo ma Vigilio Berti lo tiene alla portata sperando in un qualche problema che costringa l’ossolano a rallentare.       A circa metà gara, Pirozzini rallenta il ritmo, cambia in tutta tranquillità la bicicletta, nel frattempo Berti lo raggiunge e lo supera ma non si scompone e dopo neanche mezzo giro si riporta al comando per andare, solitario, fino all’arrivo braccia al cielo. Uno splendido Berti chiude al secondo posto mentre Mario Cerri si posiziona sul gradino più basso del podio.

Ben cinque le donne in gara nelle 3 categorie a loro riservate.

Vince Daniela Di Prima che supera Samantha Profumo e Paola Cantamessa.

Nei debuttanti ritorna alla vittoria Michele Gelli che regola, senza troppa fatica, un volenteroso Lorenzo Mondino.        Per il campione italiano in carica dei debuttanti c’è ancora molto da lavorare per tornare ai livelli dello scorso anno.                      I primavera sono terreno di conquista di Nicolò Tumiati che, gara dopo gara, prende sempre più dimestichezza con la specialità (ha un buon maestro in Orlando Borini) e regola l’astigiano Federico Borsello e l’eporediese Marco Campesato.

E siamo alla seconda gara per junior, senior e veterani.

Partono junior e senior insieme e fin dai primi metri è Davide Pagliano ad imporre un ritmo infernale tanto che quando transita al primo passaggio ha già oltre 30 secondi di vantaggio su Guido Pighi e Francesco Barbazza.

Non si arriva a metà gara che Barbazza prima e Pighi dopo rimontano e sorpassano Pagliano che comincia a risentire dello sforzo fatto.    Barbazza mantiene saldamente il comando e chiude vittoriosamente precedendo Paglaino che si riprende la seconda posizione e Pighi.

Tra gli junior bella gara e bella vittoria per Marco Chiocchetti che precede Davide Aloisi e Giorgio Fois.

E tocca ai veterani.  Ci sono grossi nomi tra i pretendenti alla vittoria: il cameraman volante Orlando Borini, il “samurai biellese” Emiliano Paiato, “la locomotiva” di Racconigi Piero Piana, il pavese Vincenzo Crivellari e l’alessandrino Stefano Ferrando.

Ed in effetti i pronostici sono rispettati Paiato, Piana e Borini si piazzano subito al comando, Crivellari e Ferrando di rincalzo pronti ad approfittare di eventuali problemi che potrebbero colpire i primi tre.    Il trio al comando resiste due giri poi Borini ingrana la quarta e saluta la compagnia.    In due giri recupera tutti i senior e gli junior partiti novanta secondi prima, fino a raggiungere Barbazza.      Paiato e Piana ci provano ma con un Borini così non c’è nulla da fare.    A metà gara Paiato allunga e, in solitaria, va a conquistare un meritato secondo posto.

Piana, al rientro dopo la caduta, si accontenta del terzo gradino del podio.   Seguono poi Crivellari e Ferrando.

Al termine delle gare un abbondante ristoro rifocilla i corridori dallo sforzo fatto, in attesa delle premiazioni.

C’è tempo per un saluto da parte del vicesindaco di Cerrina Arch. Luigino Matteozzi e di Santo Furlan, anima infaticabile del Montalero bike. 

La premiazione, per tutti i classificati, chiude questa bella giornata di sport in questo spicchio di Monferrato

 

 

 

                                                                                              Gianni Riconda

CERRINA CX 2014 CERRINA CX 2014 [307 Kb]

L'OMBRA DELLA TUA RUOTA ... DI GOVANNI BETTINI

L’OMBRA DELLA TUA RUOTA

 
 
 
 
 
 
i
 
1 Vote

 

Ombra-ruota-Nonsolociclismo 

In gergo comune è asfalto. Per il ciclista è biliardo, per il biker solo bitume. Questione di paradigmi. Se il corridore è l’attore, la strada è la sua scena. L’esibizione, l’ardore e la passione. Quando vai le ruote scorrono, i pedali incalzano il tempo del maglio. L’ombre rimane lì: incollata in una non dimensione tra realtà, fantasia e voglia di volare. I pensieri girano, lo sguardo come uno specchio: schermo riflessivo per interpretare il mistero di quel gesto rotondo. “Silenziosa velocità, roteante fluidità”, canta il maestro Paolo Conte.

L’ombra sull’asfalto è l’alter: l’uomo fatto luce. L’ombra gira e rigira, si allunga, si accorcia. L’ombra sull’asfalto rivela. La gamba gonfia o il muscolo scolpito. E poi l’ora, la stagione, la condizione. L’ombra è il non umano che ti segue per ricordare che tu ciclista sei pieno, sei quell’irripetibile fatica, sei in corsa e di corsa sul palcoscenico della vita. Forse solo di passaggio. Tra salite, discese, buche e forature. Tu sei quella bicicletta e poco altro. L’ombra sull’asfalto profuma il gusto della pioggia salmastra schiava del sudore. Quando vai e non ne hai è una croce. Quando senti il mondo in mano è quel sapore a lanciarti nella vittoria. L’ombra sull’asfalto dice che sei un uomo solo al comando, al gancio o irrimediabilmente perduto.

La tua ombra è compagna e compagnia. Lei dice chi sei, cosa fai, dove vai. L’ombra sull’asfalto è una lunga confessione. Il peccato originale d’ogni caro ciclista.

A BORNATE DI SERRAVALLE LA TERZA DEL MASTER PALZOLA

A BORNATE DI SERRAVALLE LA TERZA DEL MASTER PALZOLA - MASTERCROSSMTB

 

        
   

 DA UN POST DI Samantha     Profumo

   
   

28 ottobre 21.36.50

   

La Rapacissima Silvia Bertocco, il suo   Velo Club Valsesia e i Rapaci del ciclocross al Nord Ovest, capitanati da Carmine Catizzone e   dagli amici del Master Palzola, chiamano tutti a raccolta sabato e domenica a   Bornate, là dove in provincia di Vercelli la terra di risaia inizia ad   arrampicarsi verso la Valsesia, là dove grazie alla Borini Family e   all'ancora volenteroso Peroglio si mangia pane e ciclocross da colazione a   cena, che sabato sarà condito di Palzola con penne di rapaci. Silvia avvisa   che ci sono 120 premi pronti per la gara di sabato e che anche domenica non   si scherzerà a premiazione, grazie alla sinergia organizzativa con Big Gianni Riconda e il suo   TPP.

 A Bornate iniziò nell'estate di due anni fa la lunga volata per il   Capitano Marco, nella festa di chiusura del ciclocross sotto le stelle, tante   emozioni, ricordi indelebili condivisi con un gruppo di persone dal cuore   grande che fa della passione per il ciclocross una "religione". Ci   sarà la Filippini Family in regia-giuria e la solita garantita sana fatica   perché due ruote e puoi sfidare il mondo, arrivare primo o semplicemente in   fondo, per dimostrare che PUOI agli altri ma prima di tutto a te stesso.   Allora ci si vede TUTTI da Silvia nel fine settimana!

 

   

SILVIA E  IL VELO CLUB … E  LA STORIA CONTINUA IL 1°NOVEMBRE

 

 

Abbiamo cominciato bene, ma molto bene con quel bagno di consensi  a Villareggia e Segrate e ora a Bornate vorremmo regalarvi altri brividi positivi o almeno ci proviamo con la scesa in campo della “nostra”  rapacissima Silvia che tenterà di mettere in fila, come si fa con i grani di un rosario, un’altra perla che da queste parti fa miracoli, esattamente come la scorsa estate quando ci riuscì  quello grandioso di aiutare Marco Pentagoni a camminare, anzi, a correre sulle nostre granitiche certezze grazie al sanissimo progetto ideato da Samy “Tsunami” Profumo col ciclocross sotto le stelle che ripeteremo sicuramente il prossimo anno. 

Dicevo di Silvia : corriamo il 1° Novembre, giorno di tutti i Santi. Non ci è dato sapere se esiste una santa Silvia da Bornate nel calendario della chiesa cattolica, ma in quello di Acsi Settore Ciclismo esiste una Silvia che è quanto meno ... Beata. Onoriamola! Come? Partecipando alla gara che col suo velo Club Valsesia sta preparando e che oltre ad essere la terza prova del Criterium Palzola è anche la prima prova sul territorio abilmente gestito  da  quel moto perpetuo che risponde al nome di Alberto "Brontolo" Filippini, lo stesso che insieme a noi ha devoluto le sue parcelle delle gare estive di cross pro Marco ed è  anche per questo  è stimato e rispettato da tutta la base. I premi ci sono e ce n'é per tutti e inoltre a fine gara ci sarà un corposo Pasta- Party col Palzola. Stanno lavorando tanto e bene i ragazzi del Velo Club Valsesia e con essi la Borini –Family e sono sufficientemente  supportati anche dai “Rapaci” del ciclocross e sanno che avranno molto occhi puntati addosso perchè per loro è una prova generale dell’altra grande organizzazione che hanno in cantiere, il Criterium Europeo di ciclocross. Ops, dimenticavamo: dopo la bella doccia di emozioni di Orago, il nostro delegato Nazionale Emiliano Borgna, potrebbe essere presente alla gara in qualità di gradito ospite, impegni istituzionali permettendo.

 

PROGRAMMA DELLA DUE GIORNI DI BORNATE

1 NOVEMBRE

 

Ritrovo ore 12.00 presso Capannone Comit. Benefico Bornatese di via Enzo Ferrari

Categorie tutte Acsi + Enti  

Partenze ore 13.30 per Gentleman-Super, Donne e Primavera

Partenze ore 14.30 per Junior, Senior, Veterani e Debuttanti

Palzola - Party con mezze penne di Rapaci

Premiati : tutti i partecipanti   indistintamente       

 

2 NOVEMBRE

Ritrovo ore 12.00 presso Capannone Comit. Benefico Bornatese di via Enzo Ferrari

Categorie tutte Acsi + Enti  

Partenze ore 13.30 per Gentleman-Super, Donne e Primavera

Partenze ore 14.30 per Junior, Senior, Veterani e Debuttanti

SI COMUNICA ANCHE CHE LA GARA DEL 2 NOVEMBRE E' VALIDA COME PRIMA PROVA DICAMPIONATO PROVINCIALE DI NOVARA

Foto