CRITERIUM PALZOLA 2014 - 2015

CRITERIUM PALZOLA  2014 - 2015 - MASTERCROSSMTB
CLICCA SULL'IMMAGINE PER ACCEDERE AL REGOLAMENTO E CALENDARIO. 
 

 

0000000000000000000000000000000000000000000000000000

 

counter

 

ECCO IL CALENDARIO DI MTB

 

CALENDARIO MTB 2015    
       
MARZO      
DOM 8 PRATOLUNGO CVO POL. PETTENASCO
DOM 15  SEGRATE MI TEAM BIKE SEGRATE
DOM 22 BORGO D'ALE BI  PEDALE PAZZO
       
APRILE       
LUN 6 AGRANO VCO MTB OMEGNA
DOM 19 MAGGIORA NO OFF RIAD MTB MAGGIORA
SAB 25 CAVALLIRIO GF NO ASD CAVALLIRIO
       
MAGGIO      
VEN 1 MIASINO NO MTB OMEGNA
DOM 3 ROPPOLO S. VITALE  BI PEDALE PAZZO
DOM 10 SESTO CALENDE VA VELO CLUB SESTESE
DOM 17 CAVAGLIA VC VELO CLUB VALSESIA
DOM 24 CELLIO  VC VELO CLUB VALSESIA
       
GIUGNO      
,MAR-02 CASTELLERO  AT ASD ALESSANDRO ERCOLE
DOM 7 VIGNATE MI ASD PEDALE VIGNATESE
SAB 13 BIELLA-OROPA BI AMICI DEL CICLO
DOM21 SOPRANA BI FREE BIKE TRIVERO
DOM28 CERRO MAGGIORE  MI GARBAGNATE
       
LUGLIO      
DOM5 CASTANO PRIMO  MI HR BORTOLAMI
DOM19 VARALLO (PARONE) VC VELOVALSEIA
DOM26 VILLAMIROGLIO AT MONTALERO 
       
       
SETTEMBE      
DOM 6 BARAGGIA  BI AMICI DEL CICLO
DOM13 PONTEVECCHIO DI MAGENTA MI CICLI BATTISTELLA MTB
DOM 20  GAYALONGA NO TEAM VERDEAZZURRA
SAB 26  BORGO D'ALE  BI PEDALE PAZZO
       

 

FORZE FRESCHE E VECCHI AMICI 

 

Dai sussurri all'annuncio di oggi. Dopo una decina d'anni, con gli ultimi davvero difficili, Stefano Varsalona e la sua Sport & Sports ci lasciano. Ci lasciano come sponsor e non certo come amici. Del resto con Stefano e Antonella Varsalona ci lega una granitica amicizia, una di quelle vere che niente e nessuno può scalfire. Detto questo, il variopinto gruppo di amatori Acsi e non solo, che da una quindicina d'anni ci segue dappertutto, ha bisogno di certezze e di camminare su sentieri sicuri e con un nodo in gola ci separiamo ( ma non del tutto), infatti rimarranno le pubblicità sui gonfiabili in cambio di un'attenzione sottoforma di materiale tecnico da destinare alle società che meglio si classificheranno nell'edizione 2015. Detto questo, ora sposiamo un marchio che per la verità, da alcuni anni ci affianca come main sponsor donandoci le maglie dei vincitori, stiamo parlando del notissimo maglificio dell'ex professionista Marcello Bergamo  con sede a Castano Primo, che ci garantisce un nuovo assetto che verrà ufficializzato alla premiazione del Criterium Palzola di ciclocross che si terrà domenica 15 Febbraio ad Orago nel solito cineteatro multifunzionale. Ci sembra un passaggio quasi naturale visto che da almeno dieci anni veste i nostri vincitori operando nell'ombra ma adesso, i volti distesi e rassicuranti di Sabrina, Alessandra e Marcello Bergamo possono illuminare il nostro futuro prossimo e noi esalteremo il logo MB Bergamo mtb Cup in tutte le gare del calendario e non solo.

Carmine Catizzone

ECCO IL CALENDARIO DI MTB - MASTERCROSSMTB

CAMPIONATO REGIONALE CICLOCROSS A BORGO D'ALE

 CAMPIONATO  REGIONALE  CICLOCROSS A BORGO D'ALE

 

Oltre 100 crossisti si sono dati appuntamento a Borgo d’Ale (VC) per contendersi le maglie di campione regionale ciclocross per l’anno 2015.

Una splendida giornata di sole fa da cornice all’evento, percorso di gara in ottime condizioni, leggermente scivoloso in alcuni punti ma totalmente pedalabile preparato con la solita perizia organizzativa dai ragazzi del team pedale pazzo presso le “cave Gariglio”, unica novità, si gira in senso contrario rispetto alle ultime gare disputate.

Primi a partire sono i gentleman seguiti, ad intervalli di un minuto da SGA, SGB, Donne e primavera.

Nei gentleman parte fortissimo il novarese Mauro Tursi che cerca subito l’allungo ma Corrado Cottin e Angelo Borini non si fanno sorprendere e si mettono subito sulle sue ruote. Due giri di studio e poi Angelo Borini cambia marcia, saluta i compagni e si invola solitario verso la vittoria. Cottin ci prova ma deve alzare bandiera bianca accontentandosi della piazza d’onore. Buon terzo è Tursi che precede Montagner, pagani e Bortolussi.

Nei superg A si preannuncia una sfida a 4 tra Salvatore Gelli, Claudio Biella, Aldo Allegranza ed Henryk Santysiak.  E sono proprio loro a fare la gara. I 4 si controllano per un paio di giri poi Allegranza allunga Santysiak ci prova a tenere il passo ma un pò alla volta  perde terreno resistendo poi in 2^ posizione al forcing finale di Biella che arriva a pochi secondi precedendo Gelli, Grande e il francese Didier Dupont.

Franco Bertona ha già fatto il bello ed il cattivo tempo nella stagione di mtb ed anche nel ciclocross si è replicato. Domina la gara dei superg B lasciando a debita distanza Matteo Petrucci e Vigilio Berti.

Silvia Bertocco si aggiudica la maglia tra le W1 mentre Samantha Profumo pur chiudendo 2^ nella categoria W2 (la vittoria arride a Barbara Fanchini) si veste della maglia del primato piemontese. Per lei una vittoria importante con dedica al mentore Sergio Robutti da poco scomparso.

Nei primavera di 2^ fascia, limpida vittoria per Jacopo Barbotti che precede Fabrizio Ricci ed il compagno di squadra Biagio Borella.     Ma la gara più emozionante è quella nei primavera di 1^ fascia con la sfida tra il verbanese Leonardo Cerutti ed il vercellese Tommaso Sarasso. Cerutti parte davanti ma Sarasso tiene il passo e non molla la posizione seguendolo da vicino.    A metà del secondo giro Sarasso passa in testa e guadagna un piccolo margine che si porta fin sul rettilineo d’arrivo quando Cerutti lancia la rincorsa, Sarasso continua a voltarsi per controllare la posizione con Cerutti che un pò alla volta si avvicina. Arrivo quasi al fotofinish e vittoria per Tommy Sarasso su Leonardo Cerutti.   Per loro una gran gara.

E siamo così alla 2^ partenza per veterani, senior, junior e debuttanti.

Nei veterani gara e vittoria senza storia per Emiliano Paiato che lascia Piero Piana sul secondo gradino del podio ed il compagno di squadra Manuel Diprima al terzo.

Ivano Favaro e Francesco Barbazza, compagni di squadra della Auzate MRG, danno spettacolo tra i senior, andandosene in coppia ed alternandosi in testa alla gara fino a 3 giri dalla fine quando Barbazza cede qualche metro e Favaro, da campione consumato qual è, se ne accorge, forza il ritmo e stacca il compagno di squadra.

Sul terzo gradino del podio ci sale il cuneese Giuseppe Angaramo che deve sudare le fatidiche 7 camicie per avere la meglio sull’eporediese Riccardo Ornaghi.

La categoria junior vive sulla sfida tra i novaresi Loris Tursi e Paolo Bravini ed è anche una bella sfida che dura troppo poco causa un guaio meccanico che colpisce Tursi in un punto troppo distante dai box costringendolo al ritiro.     Vittoria fin troppo facile per Bravini sul cuneese Paolo Barale e sul vercellese Marco Chiocchetti.

Michele Gelli aggiunge un’altra maglia alla sua collezione annuale. Dopo quella di campione italiano e quella di campione europeo arriva anche quella di campione regionale a suggello di una stagione impeccabile.

Con lui sul podio ci vanno Alberto Barengo, secondo, e Lorenzo Mondino, terzo. Seguono Matteo Moisello e Luca Bertola.

In attesa della classifiche ci si rifocilla con panettone, tè caldo, bibite varie, succhi di frutta, biscotte e ghiottonerie di ogni genere.

 

Si passa alle premiazioni con la vestizione delle maglie dei neo campioni regionali consegnate dal coordinatore regionale Valerio Zuliani, dal neo responsabile per Biella – Vercelli Carlos Nicolello, dal responsabile del comitato di Novara Alberto Filippini e dal responsabile del comitato di Asti Pierangelo Cren.

Segue la premiazione finale del campionato Biella – Vercelli di ciclocross con vestizione della maglia del primato ai neo campioni ed infine la premiazione della gara con consegna della coppa “bar G-SMILE” da parte della titolare Loretta Gariglio all’asd Auzate MRG di patron Giulio Moretti. Al secondo posto l’asd team F.lli Oliva e al terzo l’asd team pedal pazzo

Si conclude così una bella giornata di sport, con tanto divertimento e amicizia

 

                                                                                              Gianni Riconda 

L'EUROPEO DI ANTENORE CHE VEDE OLTRE

BETTOLE DI BORGOSESIA….CHALLANGE “EUROPEO”

BORGOSESIA 18 1 2015 La scorsa settimana ho scritto del Campionato Italiano di Falzè di Piave; oggi ho assistito alla risposta Piemontese con l’”Europeo” di Borgosesia. Sono stati due avvenimenti che si possono accostare per importanza agonistica e per lo spettacolo che hanno saputo offrire. Il ciclocross è una disciplina che si presta molto alla spettacolarità; si svolge in ambiente tutto sommato ristretto e c’è un passaggio continuo di atleti senza soluzione di continuità. A differenza della strada dove il gruppo passa a velocità che molto spesso non ti permette nemmeno di individuare un tuo beniamino, qui tu puoi scrutare persino le smorfie, il sudore o il gesto tecnico che gli atleti compiono. Il fango, che non manca mai, trasforma i visi in maschere e il resto del corpo in statue di fango con una loro plasticità che solo nel nostro sport si può trovare. Guardando le classifiche delle due manifestazione si nota un salto evidente di qualità da parte degli atleti piemontesi-lombardi rispetto ai cugini veneti, una riflessione si impone e trovare il motivo per cui questo è avvenuto sarebbe di aiuto per tutto il movimento. Bettole, pur avendo una lunga tradizione nel cross, non aveva mai ospitato gare di livello nazionale per amatori, ebbene….è stata una piacevolissima sorpresa almeno per me e sono convinto che in un futuro non troppo lontano assisteremo ancora a avvenimenti di questa portata. I presupposti ci sono tutti: una logistica invidiabile, un percorso collaudato, una capacità organizzativa che raramente ci è dato vedere. Delle gare, in senso agonistico, non mi piace parlare, certo abbiamo assistito a performance che hanno entusiasmato e acceso il tifo. Ha fatto piacere alle premiazioni, la presenza del Responsabile Nazionale Emiliano Borgna e di diversi Responsabili Provinciali; la loro presenza, si spera, sia un rinnovato interessamento verso questa disciplina. Un ringraziamento d’obbligo verso chi in silenzio ha lavorato per la buona riuscita di questa giornata di sport, in maniera particolare i giudici i e i volontari. Ora non resta che l’ultimo atto di questa stagione, il Campionato Italiano a Staffetta, sarà certamente una festa….ci troviamo tutti lì!!!

 

ANTENOTE SCARPETTA

L'EUROPEO  DI ANTENORE CHE VEDE OLTRE - MASTERCROSSMTB

GINO BARTALI ... GIUSTO DELLE NAZIONI

GINO BARTALI ... GIUSTO DELLE NAZIONI - MASTERCROSSMTB

GRANDE ATLETA MA ANCHE GRANDISSIMO UOMO

 

Gino Bartali non è solo stato una tra i ciclisti più forti di sempre, ma anche un grande uomo! Durante la seconda Guerra Mondiale Gino percorse decine di volte il tratto tra Firenze e Assisi e ritorno trasportando documenti falsi che hanno salvato la vita a centinaia di ebrei. Per questo Bartali è stato nominato "Giusto delle Nazioni". Oggi 27 gennaio si ricorda la liberazione del campo di concentramento di Auschwitz commemorando tutte le vittime di tutte le guerre!
In questo giorno voglio ricordare tutti gli uomini che come Gino hanno messo ha rischio la loro vita cercando di aiutare il prossimo.