MB MARCELLO BERGAMO CUP **2016**

MB MARCELLO BERGAMO CUP  **2016** - MASTERCROSSMTB

DA LASSU' ANCHE SERGIO ROBUTTI E NONNO ARNALDO TIFANO PER GLORIA

DA LASSU' ANCHE SERGIO ROBUTTI E NONNO ARNALDO TIFANO PER GLORIA - MASTERCROSSMTB

DA LASSU' ANCHE SERGIO ROBUTTI E NONNO ARNALDO TIFANO PER GLORIA

SCRIVEVA COSI', QUALCHE ANNO FA, IL “NIBBIO” SERGIO ROBUTTI SU CARMINE CATIZZONE E LA SUA GIOIA NEGLI OCCHI NEL SEGUIRE I GIOVANI, SIANO ESSI GLI AMICI DELLE GITE SOLIDALI O I TALENTI CHE DAL MASTER DI MTB E DI CICLOCROSS PASSANO AL CICLISMO DI SERIE A...

 

Lui adora i suoi “gioielli”. E ne ha tantissimi! Sono i suoi amici diversamente abili, sono gli atleti che partecipano vincendo o solamente finendo le sue gare, i Criterium di ciclocross e di mountain bike, che organizza con la collaborazione di altri amici che la pensano come lui, disinteressati, animati solo da una profonda passione.

Alla faccia di chi ha voltato loro le spalle  e che prima o poi dovrà pur spiegare perché ha infranto un bel sogno lasciandosi incantare dalle sirene d’Ulisse che suonano…tanto al chilo e dimenticando in fretta, troppo in fretta, che la disponibilità, il lavoro ,l’altruismo,  il rispetto e la condivisione sono valori intramontabili in un tessuto sportivo permeato da gente perbene come quelle del meraviglioso  staff  messo in piedi da Carmine Catizzone e dai suoi altrettanto meravigliosi amici.

E tra i suoi gioielli, i gioielli di Carcati, ci sono alcuni atleti che hanno deciso nel tempo di fare il gran salto, di lasciare gli enti amatoriali per dedicarsi al ciclismo che conta, quello in ambito federale .

Tre  nomi su tutti. Gloria Manzoni, Alberto Barengo  e Davide Pinato.

“Io personalmente ed i miei amici – dice Carmine - siano contentissimi quando atleti che nelle nostre gare vincono e la fanno da padrone decidono di lasciarci per provare il salto nel ciclismo che conta. Non siamo di quelli gelosi del loro patrimonio, ma siamo felici di vederli battersi in un ambito qualificato e più prestigioso. E continuiamo a fare il tifo per loro. Hanno tutto il tempo, quando riterranno esaurita la loro esperienza, di rientrare nel nostro ambiente accolti sempre a braccia aperte”.

E così la soddisfazione per i risultati che stanno ottenendo Gloria Manzoni e Davide Pinato è tantissima. La quattordicenne di Santhià, dopo avere vinto tutto quello che si poteva vincere nell’ambito amatoriale Udace, ha deciso, giustamente, di lasciare il Bike Team 3 Marce Biella e di passare in Federazione, nella categoria Allieve primo anno, tesserandosi per la Canavesi Despar Cicli Fiorin di Ornavasso, una delle prestigiose formazioni italiani che si occupa di ciclismo giovanile e si dedica al ciclocross. E ha già esordito nella nuova categoria ottenendo risultati importanti: primo fra tutti ha acquisito il diritto di partecipare ai Campionati Italiani del 12 e 13 gennaio a Vittorio Veneto ed è già una grandissima soddisfazione. Domenica poi a Casale Monferrato nel ciclocross della Cittadella ha ottenuto un bellissimo secondo posto, miglior risultato acquisito fino ad oggi.

Agli amici cicloamatori mancheranno tanto il suo sorriso, la sua dolcezza, la sua gentilezza, la sua educazine ma sicuramente tutti faranno un tifo enorme per lei. Ha doti e capacità tecniche e la Società nella quale milita, con i suoi dirigenti e tecnici sarà sicuramente capace di migliorarla in tutti i sensi.

A Casale un altro dei gioielli di Carmine si è imposto nella sua categoria degli elite, Davide Pinato, ex Udace e assiduo frequentatore dei Criterium fuoristrada di Carmine, ora tesserato per il Team Willier, confermandosi di valore assoluto anche in questa difficilissima categoria. Un altro bravo ragazzo, Alberto Barengo, figlio di gente perbene che fa dell’umiltà il proprio credo, sta per affrontare nuove esperienze e si farà apprezzare per educazione e  serietà, oltre che per i risultati.

E altri forse tra breve seguiranno la loro strada in Federazione. Li seguiremo con particolare attenzione e tanta ma tanta soddisfazione perché uno dei nostri compiti è anche quello di proiettare gli atleti che hanno l’età giusta per provarci, nel mondo ciclistico che davvero conta,  ma tiferemo anche Roberto Barone , ora dilettante elite che fino allo scorso anno correva nel nostro circuito e ora vince anche nel ciclismo che conta. Evidentemente se sei forte, sei forte!

SERGIO ROBUTTI

 

...SCRITTO DA SAMANTHA "TSUNAMI" PROFUMO

Oggi il Nibbio è impegnato lassù in un volo eterno, sulle strade infinite del cielo e siamo certi che dall'Aldilà, al fianco di Nonno Arnaldo, se le stia godendo fino in fondo le pedalate di Gloria Manzoni, fasciata di un Azzurro Nazionale, a vincere in meno di quindici giorni due medaglie di argento pesante negli Junior, agli Europei di Montichiari di Brescia e ai Campionati del Mondo di Aigle in Svizzera.

Gloria Manzoni: tesserata per la Cicli Fiorin Seveso-Ciriè, classe 1998 per quella che nel Master tutti ricordano come una sorridente, educata e posata ragazza che quando si tratta di tirare fuori la grinta e dare il massimo non si sottrae. Argento Europeo e Mondiale, in coppia con Martina Fidanza nella specialità “velocità a squadre” femminile, due volte sul podio, due volte tra le migliori nel ciclismo su pista Juniores, impegnata e vincente nel ciclismo che conta dopo essersi tanto divertita tra ostacoli, fettucce e paletti, in quel ciclismo amatoriale conosciuto grazie all'impegno del dopo lavoro di Papà Paolo.

Una ragazza per bene Gloria, stimata e rispettata da tutti. Lei che non si fa tanti problemi ad alzarsi all'alba per raggiungere la scuola, poi dopo l'orario scolastico ancora il sorriso salendo sul treno per raggiungere una pista, aggregarsi alle compagne ed allenarsi, magari fino a tarda sera. Impegnata nella sua passione per il ciclismo, che per una scelta tecnica nelle ultime due stagioni l'ha vista sudare e traguardare soprattutto per il “ciclismo dell'anello”, quella specialità “pista” che anni fa dava all'Italia straordinarie emozioni, esaltanti vittorie, poi messa un po' da parte, accantonata, lasciata andare giù come luoghi simbolo, il mitico “Vigorelli” su tutti. E adesso, grazie alla testardaggine di qualche tecnico si sta rilanciando, in una filosofia ritrovata del ciclismo pluridisciplina, laddove si può riuscire ad essere campioni in più specialità.

Sta volando Gloria. Sta piano piano, una pedalata alla volta, tagliando traguardi. Guardata con ammirazione e un pizzico d'orgoglio da chi la ricorda Bambina partecipare al Master. Da quel Carmine Catizzone e dai suoi Amici Rapaci che sono sempre contenti nel vedere i loro piccoli spiccare il volo.

Brava Gloria. Soprattutto perché il passare delle stagioni e l'arrivare delle medaglie non ti stanno cambiando di una virgola. Eri, sei e sempre rimarrai una persona semplice, modesta, sorridente e con una grande cuore: una bambina ieri, una donna oggi di cui permetti a Carmine e agli Amici del Master di andare fieri!

 

 SAMANTHA "TSUNAMI" PROFUMO 

CI SONO ... VINTI E VINVITORI

CI SONO  ... VINTI E VINVITORI - MASTERCROSSMTB

 CI SONO  ... VINTI E VINVITORI

 

CASALINO (NO) 16-07-2016

In ogni gara, siano quelle dei week end o gli appuntamenti nei giorni infrasettimanali, ci sono vincitori e vinti, c'è sempre chi vince e chi perde ma sabato 16 luglio a Casalino, paese tra le risaie al confine tra le province di Novara e Vercelli, il successo assoluto ottenuto da Samantha Profumo (Myg Cycling Team) ha fatto più notizia di altre volte.

Perché non capita tanto spesso tra i cicloamatori di vedere una donna vincere una gara in assoluto dopo sessanta chilometri di fuga, prima in un gruppetto di fuggitivi poi con un'azione in due, in coppia con Vittorino Rossi (Tornaco La Vichimica): più di venti chilometri di cambi regolari per presentarsi entrambi braccia al cielo.

Poco meno di 150 agonisti hanno risposto “presente” al Granpremio Città di Casalino, una classica del ciclismo estivo a cura del Comitato Acsi di Novara, competizione riservata ai tesserati di Seconda Serie e alle Donne: circuito pianeggiante, poco meno di dodici chilometri a tornata da ripetere cinque volte, clima caldo ma non troppo afoso per metà luglio sulla bassa pianura piemontese, un po' di aria a rendere le competizioni combattute.

Queste le graduatorie di giornata, a cura dei giudici di gara coordinati dal responsabile Novara e VCO Alberto Filippini.

Debuttanti, Junior e Senior: 1. Davide Grignaschi (Team Sol); 2. Claudio Pivotto (Clamas Team Tergas); 3. Roberto Lualdi (GS Jerago); 4. Ettore Bianchi (Raglia Bike); 5. Mattia Codardini (Polisportiva Besanese).

Veterani 1: 1. Alex Rossignoli (Team Sol); 2. Christian Caruso (Nrdc It Solbiate); 3. Emanuele Galeazzo (Team Doctor Bike.it); 4. Cristiano Delpini (Team Sol); 5. Gianluca Migliaccio (Veroca).

Veterani 2: 1. Luca Cribiù (Bike One); 2. Angelo Chirco (Mtb Pavia 2000); 3. Gianfranco Greco (Kilometrozero); 4. Luigi Colella (Mantovani); 5. Stefano Prestinoni (GM Ceramiche).

Gentlemen 1: 1. Paolo Pescatore (GM Ceramiche); 2. Danilo Orazio Agnelli (Il Branco); 3. Samuele Balsarini (Team Valli del Rosa); 4. Marco Castelli (Makako Team); 5. Davide Retroni (GM Ceramiche).

Gentlemen 2: 1. Gian Domenico Borghino (Team Cycling Center); 2. Fabrizio Policante (GM Ceramiche); 3. Mauro Falcone (Team Bici Sprint); 4. Maurizio Ticozzelli (Novara che Pedala); 5. Flavio Nardin (Mobili Bono Santhià).

Supergentlemen A: 1. Vittorino Rossi (Tornaco La Vichimica); 2. Enrico Serenità (Polisportiva Besanese); 3. Massimo Garagnani (Tornaco La Vichimica); 4. Diego Lombardi (Team Peruffo); 5. Mauro Guida (Tronconi Cameri).

Supergentlemen B e Donne: 1. Samantha Profumo (Myg Cycling Team); 2. Tiziano Murazzi (Tornaco La Vichimica); 3. Mauro Loris Ferrara (Dada); 4. Elia Mazza (Tornaco La Vichimica); 5. Mariano Baldon (Gemme Bike).

c.n.

TIZIANO MURAZZI PROFETA IN PATRIA

TIZIANO MURAZZI PROFETA IN PATRIA - MASTERCROSSMTB

 TIZIANO MURAZZI PROFETA IN PATRIA

 

Due centurie di cicloamatori, amanti dell'agonismo, hanno onorato sabato 23 luglio l'ennesimo sforzo organizzativo profuso in questo 2016 dal gruppo ciclistico Tornaco La Vichimica che in sinergia con il Comitato Acsi di Novara ha fatto disputare il 33° Granpremio Ciclistico di Tornaco, valido quale prima prova del Quadrangolare di II Serie delle quattro province Novara-Biella-VCO-Vercelli. A tutti gli iscritti, con il numero dorsale di gara, è stato consegnato anche un gradevole omaggio di campioni omeopatici offerto dalla Farmaci Luoni di Tornaco, per l'occasione uno dei partner della Tornaco La Vichimica.

Percorso di gara che più pianeggiante non si può, reso però impegnativo da un forte vento che se alle 13 ha avuto il grande merito di spazzare via i residui di un forte temporale e asciugare rapidamente le strade, nel corso delle quattro gare di giornata ha fatto selezione.

Sull'ampio rettilineo di arrivo, posto dagli organizzatori sulla strada che da Tornaco conduce in direzione di Mortara, i primi ad arrivare sono stati i Gentlemen, con il bel successo braccia al cielo di Samuele Balsarini (Team Valli del Rosa) che ha regolato con una lunga volata un gruppetto di fuggitivi.

La gara riservata alle categorie Supergentlemen e Donne si è invece conclusa con uno sprint a due, con il successo assoluto del SuperB Tiziano Murazzi (Tornaco La Vichimica), a precedere di mezza bici il combattivo SuperA Enrico Serenità (Polisportiva Besanese), alle loro spalle arrivo in parata  per Samantha Profumo (Myg Cycling Team) terza assoluta sul traguardo in compagnia di Fabrizio Fedele (SC Albonese).

La competizione dei più giovani Debuttanti, Junior e Senior si è conclusa con l'assolo vincente di Matteo Canna (Dada), mentre nei Veterani è stato Davide Rossoni ad alzare le braccia al cielo in segno di vittoria.

Queste le classifiche di giornata, redatte a cura dei giudici di gara del Comitato Acsi di Novara, diretti da Alberto Filippini.

Debuttanti e Junior: 1. Antonio Giacalone (Garlasco); 2. Alessio Stacchetti (JB Junior Team); 3. Matteo Moisello (Bike Team A ruota libera); 4. Ivan Bellotti (Skorpioni Racing Team).

Senior: 1. Matteo Canna (Dada); 2. Daniele Grassi (Muretti Minuterie); 3. Tiziano Lorenzi (Albonese); 4. Umberto Bolli (Pol. Pettenasco); 5. Simone Zanetti (Team Bike Tartaggia).

Veterani 1: 1. Davide Rossoni (Skorpioni Racing Team); 2. Oreste Cantaluppi (Muretti Minuterie); 3. Ivano Lucato (Doctorbike.it); 4. Marco Strippoli (Muretti Minuteri); 5. Mauro Inverardi (GM Ceramiche).

Veterani 2: 1. Luigi Colella (Mantonvani); 2. Giuliano Foroni (Ceramiche Lemer); 3. Angelo Fausto Capelli (Legnanese); 4. Sergio Morazzi (System Cars Asnaghi); 5. Alessandro Besana (System Cars Asnaghi).

Gentlemen 1: 1. Samuele Balsarini (Team Valli del Rosa); 2. Pietro Galli (GM Ceramiche); 3. Costantino Di Nisio (Auzate MRG); 4. Fabio Alioli (All 4 Cycling); 5. Tiziano Puggia (GM Ceramiche).

Gentlemen 2: 1. Mauro Falcone (Team Bici Sprint); 2. Maurizio Bianchi (Velo Club Cadorago); 3. Angelo Del Ponte (Cavirio Pro Team); 4. Michele Arbasi (Team Zero); 5. Marco Leoni (Velo Club Cadorago).

Supergentlemen A: 1. Enrico Serenità (Polisportiva Besanese); 2. Fabrizio Fedele (Albonese); 3. Francesco Brasolini (Garlasco); 4. Claudio Bravini (Team Hibiscus Bike); 5. Dario Grazioli (Polisportiva Besanese).

Supergentlemen B: 1. Tiziano Murazzi (Tornaco La Vichimica); 2. Woldu Tekeste (Tornaco La Vichimica); 3. Elia Mazza (Tornaco La Vichimica); 4. Camillo Sporchia (Cicli Benedetti); 5. Bruno Fausto Gilioli (Pedale Cossatese).

Donne: 1. Samantha Profumo (Myg Cycling Team); 2. Silvia Bertocco (Velo Club Valsesia).

c.n.